Grazie all’entusiasmo di tanti volontari, oggi, venerdì 2 ottobre, a Solopaca si è svolta Puliamo il Mondo, la più grande iniziativa di volontariato internazionale. Sono state rimosse le reti di sicurezza del parapetto dello storico Ponte Maria Cristina ridotte in brandelli, ed è stata ripulita l’area verde intorno alla Fontana della Sala.  

L’iniziativa è stata organizzata da  Legambiente Valle Telesina ed  è stata sostenuta dall’ Ente Parco Regionale del Taburno Camposauro, che per il secondo anno ha organizzato “Puliamo il Parco”, con la collaborazione di 15 associazioni.

Solopaca è una delle porte dell’area naturale, ed il Ponte Maria Cristina è il naturale accesso per raggiungere il Monte Camposauro.

L’intervento dei volontari  ambientali è servito  principalmente a recuperare tutta la plastica delle reti che sarebbe finita nel fiume Calore, andando ad aumentare la quantità di  microplastiche in mare, e ad ottenere nella stessa giornata la sostituzione da parte dell’Amministrazione Provinciale di Benevento.

L’Amministrazione Comunale di Solopaca, è stata presente con il Sindaco Pompilio Forgione, e  il  Consigliere delegato all’ambiente Giuseppe Stanzione e il vicesindaco  Domenico Galdiero, ed ha provveduto  ad effettuare alla fine della mattinata il prelievo dei sacchi raccolti dai volontari. 

E’ stata preziosa la collaborazione dei volontari di Matese Escursioni che si sono calati con le corde nelle scarpate del fiume per prelevare i rifiuti finiti in area esondabile. Nel pomeriggio i volontari hanno ripulito anche  la costa nord del fiume dai tanti rifiuti “spiaggiati”, con la consapevolezza che ne arriveranno altri alla prossima forte pioggia, e che dovrebbero essere raccolti.

Un grazie particolare alla Proloco, e ai ragazzi delle due associazioni di giovani del paese, Song Solopaca,  e Solopaca Nuova Era, che hanno risposto all’appello di Legambiente cimentandosi  con convinzione  nella raccolta dei rifiuti, per la cura del proprio territorio e di un importante ed illustre  pezzo di storia locale. 

Hanno partecipato per la seconda volta, in un’azione di cittadinanza attiva  con Legambiente, le giovani migranti dello Sprar, coordinate dalle operatrici della  Cooperativa San Rocco.  Ospite e volontaria speciale della giornata è stata Maria Teresa Imparato, presidente di Legambiente Campania. 

La tipologia dei rifiuti raccolti, oltre alle reti, sono il segno tangibile delle cattive abitudini di alcuni: la maggiorparte dei rifiuti raccolti, infatti, erano bottigliette di  plastica, bottiglie di birra in vetro, lattine di birra, pacchetti di sigarette.

“Al XXVIII anno di Puliamo il Mondo, – dichiara Grazia Fasano, presidente di Legambiente Valle Telesina –  siamo sempre più convinti che prendersi cura del territorio in azioni concrete di manutenzione sia fondamentale, e che sia importante agire insieme con le persone sensibili che già operano in ambito sociale, culturale, e sportivo.”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.