La zucca in tutte le sue forme e variabili d’utilizzo sarà la protagonista del fine settimana al mercato coperto Campagna Amica “San Paolo”, promosso da Coldiretti Napoli in via Guidetti 72 al parco San Paolo di Fuorigrotta. Dalla padella all’intaglio per realizzare il caratteristico simbolo delle streghe saranno due giorni dedicati all’ortaggio più grande del mondo, dalle straordinarie proprietà. La zucca è antiossidante, antinfiammatoria, diuretica, calmante, povera di calorie, ricca di carotene, aiuta a ridurre il colesterolo, ricca di vitamina A, sali minerali (potassio, calcio e fosforo) e fibre. La sua polpa mescolata al miele è una buona maschera emolliente, se si aggiungono anche i semi triturati si ricava una maschera purificante e rassodante. La sola polpa può essere usata come lenitivo per infiammazioni cutanee, per scottature superficiali, invece, utilizzare la buccia. Oltre alle zucche da cucinare, sarà possibile acquistare zucche da intagliate per decorare la casa e degustare piatti a tema allo street food contadino: scialatielli ceci e zucca, zuppa di fagioli zucca e salsiccia, gattò con zucca e provola, parmigiana di zucca e provola.

Le zucche per la quasi totalità sono destinate al consumo alimentare anche se cresce la coltivazione di varietà di zucche a scopi ornamentali o da “competizione” con esemplari che possono arrivare anche a 400 chili di peso. Accanto a varietà internazionali molti agricoltori – spiega la Coldiretti – sono impegnati nella conservazione di quelle tradizionali come la zucca lunga napoletana. L’altra categoria di zucca che si sta affermando – ricorda ancora Coldiretti – è quella ornamentale: si tratta di zucche di ogni tipo, che si differenziano per le dimensioni (di piccola taglia oppure enormi) per la forma (allungate a forma di tubo, a trombetta, a cappello, schiacciate, a spirale, tonde), per la buccia (rugosa, bitorzoluta, costoluta, liscia) e per il colore (di ogni tonalità, dal verde al rosso accesso, passando per zucche striate). Ma è indubbio che l’affermarsi della notte delle streghe ha aperto il nuovo “mercato” delle zucche intagliate con le quali si cimentano un numero crescente di italiani.

Per intagliare un’autentica zucca di Halloween – suggerisce la Coldiretti – occorre innanzitutto scegliere una bella zucca dal peso compreso tra i cinque e i dieci chili, rotonda e senza imperfezioni perché, più liscia è la superficie, più facile è intagliarla. Con uno scalpello a forma di V poi bisogna tracciare le linee sul volto della zucca e con un coltello da cucina ben affilato e non troppo flessibile occorre scavare per intagliare i tratti del “volto” in modo da ricavare dei fori da dove fuoriesca la luce. Per inserire al suo interno una candela accesa è sufficiente scavare un buco sul fondo della zucca per ricavare una via d’entrata senza rovinare “l’opera d’arte”. Per chi volesse conservare a lungo il ricordo della magica notte delle streghe – continua la Coldiretti – deve una volta alla settimana passare sulla parte esterna un po’ di olio vegetale con un panno morbido e lasciarla in un luogo fresco e asciutto. Successivamente ogni 4-5 giorni immergerla in acqua fresca. In caso di aria particolarmente secca, in casa, di notte è consigliabile – conclude la Coldiretti – coprire la zucca con un panno umido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.