La Regione Campania ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica delle opere per l’utilizzo potabile e irriguo delle acque dell’invaso della diga di Campolattaro (Benevento), che rientra nel piano degli interventi per il miglioramento del sistema idrico regionale, per un valore complessivo di circa 480 milioni di euro.

“E’ notizia che salutiamo con grade favore poiché è un atto strategico per il rilancio delle aree interne e perché è destinata ad innescare una serie di meccanismi virtuosi nel segno delle necessità di rilanciare gli investimenti irrigui in regione Campania che solo ieri avevamo avuto modo di sollecitare, a proposito del Programma di sviluppo rurale – commenta Vito Busillo, presidente di Anbi Campania, l’associazione che riunisce gli enti di bonifica e irrigazione della regione.

Il completamento delle opere di derivazione, metterà a disposizione circa 48 milioni di metri cubi d’acqua che possono essere contenuti nel bacino alimentato dalle acque del fiume Tammaro, affluente del fiume Calore beneventano, risorse che sono parte integrante del bacino del Volturno. L’uso irriguo rappresenterà oltre il 60% della portatamassima derivata, complessivamente pari a 7.600 litri al secondo.

“E’ solo l’inizio di un grande futuro per l’agricoltura della Provincia di Benevento che vede la partecipazione del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano tra i protagonisti della prima ora. Il Consorzio, inoltre – con l’indispensabile sostegno della Regione Campania e di concerto con la Provincia stessa e con tutti gli Enti settorialmente interessati – vuole continuare sin da subito a dare il proprio contributo nel settore irriguo di sua competenza attraverso fatti concreti, ossia realizzando impianti irrigui moderni ed efficienti, dotate di tutte le tecnologie oggi necessarie per un’irrigazione di precisione e produzioni di qualità”.

Con questa dichiarazione il presidente del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano Alfonso Santagata ha commentato a caldo l’approvazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica, da parte della Regione Campania, denominato “Utilizzo potabile delle acque della diga di Campolattaro”. Nel ringraziare tutte le autorità regionali, la Provincia di Benevento, l’Ente Idrico Campano, la Società incaricata della progettazione e tutti gli Enti dei tavoli tecnici provinciale e regionale, per avere tenuto in considerazione le esigenze del comparto irriguo, ufficialmente rappresentate dal Sannio Alifano, l’Ente di viale della Libertà ha inoltrato una nota alla Regione Campania con la quale chiede una copia del Progetto di Fattibilità approvato.

Così prosegue il presidente Alfonso Santagata: “E’ intenzione del Consorzio avviare subito lo studio di aggiornamento delle superfici irrigabili e dei fabbisogni irrigui nella Provincia di Benevento e, quindi, procedere alla progettazione di tutte le opere irrigue dello schema idraulico alimentato dall’invaso di Campolattaro, a cominciare dal dimensionamento dell’adduttore irriguo primario che già fa parte del quadro economico di spesa dello stesso Progetto di Fattibilità”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.