L’Asl di Benevento è pronta ad affrontare la seconda fase della pandemia con interventi diversi ed efficaci per scovare e trattare eventuali casi Covid che potrebbero essere causa di nuovi focolai. Saranno innanzitutto sottoposti a tampone tutti coloro che sono rientrati nella nostra provincia da altre regioni e altre nazioni a partire dal 4 maggio e il cui numero, ad oggi, è di 350. Il Servizio Epidemilogia dell’Asl stabilirà un calendario che invierà ai sindaci dei vari comuni sanniti che provvederanno a convocare le persone  per l’effettuazione del tampone che sarà eseguito  dagli operatori dell’Azienda Sanitaria, presso l’Unità Fissa dedicata, situata nella sede Asl di via Mascellaro. Nella prossima settimana, come definito nell’ambito del Piano Operativo di Sorveglianza Covid-19, approvato dall’unità di Crisi Regionale in data 23/4/2020, verrà attuato un esteso screening di sorveglianza sanitaria COVID-19 sulla popolazione sannita, in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno. All’ indagine sanitaria, che sarà effettuata con camper dedicati, saranno sottoposti tutti i soggetti individuati in sinergia con i Sindaci che, per l’attività lavorativa svolta, sono particolarmente esposti al pubblico.
“Ci stiamo dedicando con molto impegno alla gestione di questa seconda fase che è molto delicata – dichiara il direttore generale, Gennaro Volpe- il virus non è stato debellato, può essere ancora trasmesso, quindi, il mio invito- conclude Volpe- a prescindere dai nostri interventi per scovare ed eventualmente isolare i nuovi casi, va a tutti cittadini che non devono intendere questo momento come una sorta di “apertura generale”. Bisogna continuare ad utilizzare i presidi, le mascherine, i guanti e a mantenere correttamente la distanza sociale”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.