Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, rispondendo all’invito rivolto dal Presidente della Regione Campania alle Istituzioni, ai Partiti politici ed alle Forze sociali ed imprenditoriali, ha presentato le Proposte dell’Ente per la “Fase 2” tesa alla ripresa delle attività dopo il “lockdown” imposto da Covid-19.

Il documento di Di Maria, articolato in 4 punti, propone di candidare l’Ente Provincia ad una graduale ed immediata riapertura al pubblico degli Uffici, dei Musei, degli Impianti sportivi e dei Cantieri per la viabilità, l’edilizia scolastica e la manutenzione del verde nel contesto di un accordo con le Autorità sanitarie locali e nel rispetto delle  norme regolanti la materia in questo momento eccezionale.

La prima proposta concerne

–          APERTURA BISETTIMANALE AL PUBBLICO DEGLI UFFICI

Da una media di presenze in servizio in questo periodo del 20/25% (attività istituzionali, finanziarie, attività urgenti ed indifferibili) si dovrebbe tendere ad una implementazione delle presenze al fine di sostenere l’apertura al pubblico degli Uffici con cadenza bi-settimanale.

In questo periodo gli uffici sono stati chiusi al pubblico tranne per casi eccezionali dove si è provveduto ad adottare misure precauzionali di controllo all’ingresso e nell’interfaccia con gli incontrati.

In vista di una progressiva normalizzazione delle attività occorre individuare nuovi protocolli con l’apporto scientifico sia per la gestione del back-office che del front-office.

Per il riavvio delle attività all’esterno potrebbe essere di ausilio un Protocollo di Intesa da sottoscrivere con la competente Asl in modo da disciplinare con massima competenza tutte le attività interne ed esterne dell’Ente Provincia.

–          ATTIVITÀ CULTURALI (Musei, Biblioteche, Sale studio): Apertura al pubblico 2 (due) giorni a settimana.

Per questo Ente la Cultura rappresenta una priorità in quanto trattasi non solo di una forte fonte di reddito derivante dai flussi turistici, ma anche una precisa connotazione identitaria territoriale apprezzata, il 28 gennaio scorso, dal Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella in visita all’Area del Patrimonio Unesco della Città di Benevento. Trattandosi di attività a basso rischio, non comporta costi aggiuntivi e si ritiene possa accompagnato dal supporto degli Indirizzi dell’Asl per quattro buoni motivi: DI STUDIO, DI DIVULGAZIONE, DI BENESSERE PSICOLOGICO, DI LAVORO

–          RIUTILIZZO IMPIANTI SPORTIVI

La Provincia di Benevento è proprietaria di diversi impianti sportivi: campo atletica, pista ciclopedonale, PalaTedeschi (Palazzetto dello sport), palestre scolastiche. Si propone una progressiva riapertura delle attività a partire da quelle outdoor per passare successivamente a quelli indoor. In prospettiva di utilizzo si prevede di installare dispositivi automatici di controllo della temperatura agli accessi, da utilizzare subito immediatamente per gli atleti.

–          APERTURA CANTIERI: VIABILITA’, EDILIZIA SCOLASTICA E FORESTAZIONE

A)   VIABILITA’. In considerazione del rischio basso di contagio è auspicabile che dal 4 maggio possano essere riaperti tutti i cantieri sospesi ed anche avviare nuovi lavori. Si chiede una ripresa immediata degli interventi ricompresi nel piano di manutenzione straordinaria delle strade regionali, con priorità assoluta per l’attività di sfalcio dell’erba, sia per motivi di sicurezza che di igiene e salubrità.

B)   EDILIZIA SCOLASTICA. Dall’ultimo intervento del Ministro Azzolina si rileva che le scuole riapriranno forse a settembre; pertanto si propone di dare priorità all’erogazione di fondi per interventi sull’edilizia scolastica in modo da ottimizzare il periodo di fermo delle attività all’interno degli edifici.

C)   FORESTAZIONE. Per la gestione della sanificazione e disinfezione si propone un piano di intervento attraverso gli O.T.D. (Operai a Tempo Determinato) da attuarsi in modo simile alle attività A.I.B. (Anti Incendio Boschivo).

Comunicato Stampa n. 950 del 18 aprile 2020

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.