Carissimi studenti, in questo difficile momento sento il dovere di rivolgermi a Voi, generazione futura di un Paese attualmente colpito da una vera e propria guerra batteriologica chiamata Covid 19, che ha invaso le nostre vite, cambiando totalmente le nostre abitudini. Soprattutto voi alunni vi sentite smarriti e fragili, però di una cosa dovete essere certi, in questa dura battaglia non siete soli; le vostre famiglie in primis, gli insegnanti e noi istituzioni vi siamo molto vicini, sostenendovi nel vostro percorso personale e didattico, cercando di guidarvi al meglio in questo triste periodo. A tal proposito, colgo l’occasione per ringraziare sentitamente i vostri genitori, i Dirigenti scolastici, docenti, DSGA e personale Ata per quanto stanno facendo per dare continuità alla didattica.

Con questa mia nota innanzitutto voglio invitarvi a restare a casa con più responsabilità, tutelando in questo modo non solo la vostra salute, ma anche quella dei vostri cari e di tutta la comunità. Ormai già da qualche mese, state sperimentando un nuovo modo di fare scuola, “la didattica a distanza”, che vi permette di continuare a studiare con passione ed impegno, mantenendo vivi i legami e organizzandovi al meglio le giornate. Voi che siete i “nativi digitali”, attraverso questa nuova metodologia didattica, state imparando ad utilizzare al meglio gli strumenti social che amate tanto, facendone un uso più utile e consapevole. E’ anche un modo per sperimentare nuovi percorsi, perché no, divertenti ed entusiasmanti. State formando delle classi virtuali che sicuramente vi permettono di dialogare a distanza, ma che purtroppo vi fanno sentire tanta nostalgia fisica dei vostri compagni e dei vostri insegnanti, ma dovete cercare di essere positivi e vivere nel migliore dei modi tutto questo. Certo questo nuovo modo di fare scuola non sarà il migliore, ma voi studenti, forti di questa esperienza faticosa, imparerete a dare il giusto valore alle cose, anche a quelle più scontate. Imparerete a capire che bene prezioso è la vita, a saper godere del tempo vissuto in famiglia, della libertà di uscire con i vostri amici e del calore degli abbracci.

Quando questa emergenza sarà finita, e spero quanto prima, torneremo ad incontrarci con più desiderio e a stare insieme con più gioia, perché avremo capito che abbiamo la necessità di sentirci parte integrante di una comunità, senza la quale ci sentiremmo più soli. L’Amministrazione Comunale insieme alla Protezione Civile e ad altre Associazioni, è costantemente impegnata per garantire la salute di tutti voi, ma solo restando uniti, anche se distanti, ce la faremo; dipende solo da noi e dal rispetto delle regole prescritte dal Governo Nazionale.

Ricordiamo che anche se restiamo a casa, Guardia non si deve fermare, l’Istruzione non si deve fermare e la speranza deve regnare in tutti noi, rendendoci più forti di prima.

Andrà tutto bene! Un saluto e un augurio di cuore a tutti voi che siete il futuro a colori di questa comunità.

 L’assessore alla Pubblica Istruzione  Elena Sanzari

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.