È stata lanciata il 7 aprile e ha già raggiunto un terzo del suo obiettivo: sono infatti oltre 100 mila euro i fondi raccolti a oggi attraverso la campagna 25 aprile 2020 #iorestolibera #iorestolibero, a favore della Caritas Italiana e della Croce Rossa Italiana per fornire aiuto, anche attraverso la rete di realtà del volontariato in prima linea nell’emergenza sociale sui territori, a quanti non hanno un tetto o un pasto garantito.

In questo momento di grave crisi sociale ed economica, oltre che sanitaria, il giorno della liberazione dal nazifascismo si veste di nuovi valori, come la generosità e il senso di comunità. Ed è per questo che, tra le varie raccolte fondi esistenti, 25 aprile 2020 #iorestolibera #iorestolibero ha scelto i più bisognosi, tutti coloro che in questo momento sono al di fuori di ogni strumento di sostegno organizzato, che non sia quello della solidarietà volontaria.«La rete Caritas ha intensificato il proprio lavoro di presenza a favore dei più bisognosi rimodulando i servizi essenziali che venivano garantiti, a seconda del momento che stiamo vivendo. Centri di ascolto, mense, dormitori, hanno assunto un nuovo volto ma non hanno smesso di fare il loro servizio» dichiara Don Francesco Soddu, Direttore di Caritas Italiana. «In questo periodo in cui molti non lavorano, le povertà sono aumentate: basti pensare che la sola richiesta di cibo è passata dal 20 al 50%. Inoltre molte diocesi hanno messo a disposizione della protezione civile le proprie strutture per accogliere medici e personale sanitario, oppure per accogliere persone nella fase di quarantena. Insomma il mondo Caritas è presente in tantissime situazione e cerca di offrire un contributo fatto soprattutto di relazioni, in quanto crediamo che la più grande povertà sia proprio quella relazionale».

Oltre 1800 le persone che hanno donato attraverso la piattaforma di crowdfunding GoFundMe lasciando un messaggio di sostegno all’iniziativa mentre, viste le tante richieste, la possibilità di aderire all’appello è stata aperta a tutti attraverso il sito www.25aprile2020.itMa non è finita qui, l’iniziativa avrà anche un momento di celebrazione, seppur virtuale della giornata della Liberazione. Il 25 aprile 2020, l’Italia potrà unirsi in una grande manifestazione virtuale, che si aprirà con l’Inno di Mameli, alla quale parteciperanno Carla Federica Nespolo, presidente nazionale Anpi, Maria Lisa Cinciari Rodano, staffetta partigiana e già parlamentare italiana ed europea e l’attivista per la lotta alla crisi climatica e per la giustizia sociale, Sara Diena. La conclusione della manifestazione sarà affidata alle parole di Bella ciao, che potremo intonare tutti insieme, ognuno dalla propria casa, in un grande coro collettivo.

Nei prossimi giorni saranno disponibili su www.25aprile2020.it tutte le informazioni necessarie per partecipare a questa grande piazza virtuale.

L’iniziativa si può seguire su www.25aprile2020.it, attraverso la pagina Facebook e sul profilo Instagram e Twitter.

Valter Musso

Elisa Virgillito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.