Creare una serie di attività legate alla promozione di sistemi integrati e innovativi con cui approcciarsi al mondo agricolo diffuso nel contesto territoriale di specie e, in particolare, per quanto riguarda il settore vitivinicolo.

E’ questo l’obiettivo del progetto Benessere Giovani “Castelvenere – Città di Vite”, promosso dall’Amministrazione comunale  di Castelvenere, retta dal sindaco Mario Scetta, di cui sono destinatari i giovani, di età compresa tra i 16 e 35 anni, prioritariamente NEET (Not in Education, Employment or Training, ossia persone non impegnate nello studio, né nel lavoro,  né nella formazione), in cerca di lavoro e inattivi, ma disponibili al lavoro, e studenti.

“In particolare – spiega Bruno Rubano, Presidente del consiglio comunale di Castelvenere che coordina il progetto – i laboratori didattici e formativi, previsti dal progetto, avranno il compito di stimolare un approccio con tecniche innovative all’attività agricola, attraverso la stimolazione di processi virtuosi legati alle pratiche connesse con il filone dell’agricoltura di precisione. Non solo: uno dei percorsi formativi più importanti avrà come oggetto la prevenzione da apportare alla vite per evitare infezioni dannose per la pianta.  I laboratori educativi – aggiunge Rubano – avranno il compito di stimolare la costruzione di un ecosistema lavorativo improntato al rispetto delle norme e delle condizioni ambientali opportune per costruire una filiera produttiva virtuosa”.

“Attraverso queste azioni – conclude il sindaco Scetta – si intende ottenere risultati legati alla stimolazione delle attività imprenditoriali sul territorio, in maniera particolare a quelle legate ai giovani. Oltre alle nuove imprese, si immagina anche di facilitare la transizione generazionale all’interno di attività imprenditoriali già esistenti”.

Per la realizzazione del progetto il comune di Castelvenere, quale ente capofila, si è avvalso della partecipazione di alcuni partner, quali l’Associazione giovanile “Samniticus”, l’Associazione giovanile “I Sempre Accesi”, “Monter sas” e “Vini Veneri srl”.

Il progetto verrà presentato nell’Enoteca comunale di Castelevenere lunedi prossimo (ore 17) dal sindaco Mario Scetta, Simone Razzano (Associazione “Samniticus”), Bruno Carapella (Fleurs International), dal consigliere regionale Mino Mortaruolo e dall’Assessore regionale alla Formazione e Pari Opportunità Chiara Marciani.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.