Buongiorno,
sono un cittadino di Telese Terme da poco più di un decennio, da quando mi sono trasferito, provenendo da Napoli, città in cui sono nato, cresciuto e formato scolasticamente e professionalmente, lavorando a riguardo tuttora nel capoluogo partenopeo. In realtà frequento la cittadina termale dall’estate del 1998, all’indomani della mia laurea, e da allora sino al 2007, anno in cui ho acquistato casa e acquisito la relativa residenza, sono sempre ritornato ogni estate e talvolta anche durante la stagione autunnale ed invernale avendo piacere di frequentare qualche ristopub tuttora operativi e passeggiare lungo il  Viale Minieri che nel corso degli anni ho visto cambiare urbanisticamente.

Negli ultimi tempi, tuttavia, sto notando un certo degrado nel paese, soprattutto in merito agli aspetti sicurezza e vivibilità (non mi riferisco solo alla questione immigrati che si vedono continuamente in giro in lungo e largo sull’intero territorio comunale o all’esterno dei punti vendita di genere alimentari), e parallelamente un disinteresse da parte dell’attuale amministrazione comunale. A tal proposito, intendo precisare che il mio non vuole essere un attacco mirato a questa amministrazione dettato da una preferenza per altri colori e/o orientamenti partitici, bensì trattasi di una semplice constatazione o sfogo, a voi libera interpretazione, di un cittadino che pagando regolarmente tasse e contributi comunali (tari), rispettando le regole in generale e cresciuto ed educato con un “discreto” senso civico, nel trasferirsi da una città metropolitana caotica a dir poco invivibile come Napoli, era fiducioso di avere trovato se non  l’optimum ma quasi nella cittadina termale. Tutto ciò è venuto meno quando nei giorni scorsi sono stato protagonista di uno spiacevole evento che per mia fortuna non si è concretizzato in toto anche se traumatizzato abbastanza sotto l’aspetto emotivo. Mi riferisco ad un tentativo di furto, regolarmente denunciato il giorno dopo c/o il comando dei carabinieri di Telese, nella mia abitazione all’interno di un condominio sito sul territorio comunale, ma che gravita su di un’area, tutt’oggi ancora carente per servizi ed infrastrutture, che si dice sia di competenza provinciale.
Mi chiedo e vi chiedo cosa fare per attirare l’attenzione non solo dell’attuale amministrazione e di quella futura, dal momento che se non erro nella prossima primavera sono previste le amministrative comunali per il rinnovo della carica di Sindaco, ma anche delle forze dell’ordine (carabinieri e polizia di stato) perché garantiscano una maggiore tutela e sicurezza attraverso un servizio di ronda più frequente e capillare sull’intero territorio comunale (superficie che si aggira su circa 10kmq e che conta n. 7.711 abitanti all’01/01/19), non limitandosi a semplici postazioni di blocco in alcuni punti della cittadina ed in ultimo ma non meno importante provvedere a installare impianti di video sorveglianza e di illuminazione nonchè iniziare a mettere sui tavoli tecnici di competenza progetti che prevedano la realizzazione ex novo di elementi di infrastrutture base, quali: marciapiedi, fognature, manto stradale.
Certi di un vostro cortese e sollecito riscontro, l’occasione è gradita per augurarvi buon lavoro e prosieguo di giornata.
Un Cittadino telesino
Marco Giannolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.