A Cerreto Sannita “il cantastorie” Maurizio Picariello

0

Un viaggio interiore attraverso la scoperta di sé. Un dialogo che è arrivato dritto al cuore di ogni spettatore. Ha recitato e cantato sedendosi tra il pubblico accompagnato dalla sola chitarra. Si è esibito sabato 27 luglio a Cerreto Sannita, nel suggestivo Chiostro di Palazzo Sant’Antonio, Maurizio Picariello, “il cantastorie, l’uomo che parla al cuore”, l’Ingegnere Ambientale definito dalla critica “poeta dell’amore assoluto”.  Vestito dei suoi lunghi capelli brizzolati che lo accomunano ai Mahatma, l’artista ha spaziato dalla medicina alla religione passando per l’ingegneria, sempre con un velo di leggerezza e simpatia, tra una battuta e un precetto. “Chi vive trova e non cerca la felicità – ha esortato l’artista – chi vive è innamorato fino alla furia; chi vive coltiva il proprio giardino interiore”. Una serata intensa e carica di emozioni che ha previsto anche i saluti del Sindaco di Cerreto Sannita Giovanni Parente e dell’Assessore alla Cultura Giovanna Rubano, di delegati dell’Associazione Mediterraneo Comune insieme ai ricercatori della scuola open source che hanno illustrato ai numerosi presenti il progetto convento meridiano. Un progetto che vede al centro l’ex Convento delle Clarisse di Piazza Roma, a cui hanno partecipato oltre cento persone, tra studenti, ricercatori e tutor che in questi giorni hanno animato le strade della città titernina con accenti provenienti da tutta l’Italia e coinvolgendo l’intera comunità con interviste e momenti di condivisione sociale. La presentazione dei risultati dei laboratori tematici finalizzati alla rigenerazione della struttura attraverso il coinvolgimento della Amministrazione Comunale e di altre associazioni locali si terrà martedì 30 luglio in piazza Roma alle ore 21. 

Federica  Landolfi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.