Primo premio agli alunni di Guardia al concorso musicale di Pietramelara

0

Nel pomeriggio di mercoledì 29 maggio, si sono vissuti momenti di autentica commozione a Pietramelara. I bambini dell’I.C. “A. De Blasio” di Guardia Sanframondi, retto dalla dirigente scolastica dott.ssa Elena Mazzarelli, hanno esultato e urlato, piangendo dalla gioia. Neppure i genitori, le maestre Raffaella Savarese, Maria Morone e Patrizia Lombardi, il maestro Aldo D’Onofrio e il collaboratore scolastico Pierangelo Pigna riuscivano a trattenere l’emozione.
I ragazzi delle classi quinte della scuola primaria sono stati premiati dalla giuria del concorso musicale “La Musica… fa… Scuola” con il massimo dei voti, con la seguente motivazione:
Intendiamo complimentarci con il lavoro certosino che è fatto con dei bambini che hanno espresso in maniera impeccabile una competenza musicale, perché la competenza musicale esula anche dal tecnicismo quando si tratta di un’età evolutiva, appunto quella della scuola elementare. Sappiamo che comunque c’è un percorso lungo che viene fatto con questi bambini a partire dalla terza classe della scuola primaria, quindi ci complimentiamo perché lavorare con i bambini è molto difficile e inoltre si sono esibiti con maestria e in diverse articolazioni ritmiche e melodiche. Quindi in base a questa valutazione noi conferiamo il primo premio con 100 su 100.
Diploma di merito concorso di musica “La Musica… fa… scuola” – I. C. Falcone e Borsellino
Non è un voto di cortesia né un premio di circostanza. Prima degli alunni dell’I.C. di Guardia Sanframondi si sono esibiti altri ragazzi e gruppi di ragazzi e non hanno ottenuto un voto tanto lusinghiero. La giuria ha voluto premiare le competenze acquisite dai nostri bambini, tutti assieme, grazie all’innovativo metodo didattico ideato e perfezionato dal maestro Aldo D’Onofrio.
La particolarità di questo percorso di educazione alla musica è la sua capacità di trasmettere competenze a tutti gli alunni di una classe senza lasciare nessuno indietro, neppure chi potrebbe apparire meno portato per l’esecuzione di brani musicali. Tale sorprendente metodo bypassa la fase del solfeggio – che tanti bambini trovano arida e demotivante – per trasmettere sin da subito le suggestioni e le gratificazioni che si possono ottenere dall’ascolto e dall’esecuzione di brani musicali. Alla base della teoria del metodo D’Onofrio ci sono raffinate analisi sui processi di creazione di strutture neuronali nella mente del bambino, con l’assunto che la sollecitazione di risposte determinate da «riflessi cognitivi» attraverso la «creazione di necessarie strutture neuronali», possa portare a padroneggiare con maggiore facilità schemi di esecuzione di brani musicali sempre più articolati e con complessità crescente. Anche le intuizioni del maestro D’Onofrio per quanto riguarda la ritmica sono inedite: «non deve interessarci principalmente la durata dei suoni, indicata dalle figure musicali, ma il punto della battuta in cui questi, cioè i suoni, vanno a collocarsi».
Il metodo D’Onofrio viene seguito nell’orario curricolare. In questo progetto innovativo sono coinvolte, dalla seconda elementare, la maestra Raffaella Savarese – insegnante di musica di classe – e la maestra Patrizia Lombardi – tutor del metodo D’Onofrio – con il supporto dello stesso maestro Aldo D’Onofrio, che ha supervisionato e seguito i bambini negli ultimi due anni; in quarta e in quinta, infatti, i bambini hanno avuto lezione per un’ora a settimana con le maestre Lombardi e Savarese e per un’altra ora con il maestro D’Onofrio.
Oltre alle ore di musica in orario scolastico, a Guardia Sanframondi sono stati attivati corsi di pratica musicale – tenuti dalla professoressa Silvia Iacobelli – previsti nel Decreto Ministeriale n. 8 del 31 gennaio 2011 (DM8/2011) «che fa della scuola primaria di Guardia Sanframondi» – come sottolinea la maestra Patrizia Lombardi – «una scuola primaria a indirizzo musicale e viene fatto in orario extrascolastico. Le quinte hanno approfondito tastiera, percussioni e glokspil».
Il repertorio che hanno eseguito gli alunni delle quinte di Guardia Sanframondi sono stati:
Va’ pensiero (Coro dall’Opera “Nabucco”, G. Verdi)
Largo dell’inverno (dalle Quattro Stagioni, A. Vivaldi)
Ricordando Strauss (composizione didattica, L. Perini)
Per un pugno di dollari (E. Morricone)
Fratelli d’Italia (G. Mameli, M. Novaro)
Pietramelara
Il concorso a cui gli alunni di Guardia Sanframondi hanno partecipato, è il 1° concorso nazionale per giovani musicisti “La musica… fa… Scuola”, riservato agli alunni delle scuole primarie, scuole secondarie di primo grado e licei musicali (categoria JUNIOR e AFAM) organizzato dall’Istituto Comprensivo “Falcone e Borsellino” di Pietramelara (Dirigente Prof. Vincenzo Di Lauro) e tenutosi a Pietramelara (CE) dal 28 al 30 maggio 2019.
Gaetano Ferrara

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.