Mythos

0

Lunedi 28 maggio alle ore 20.30, presso il teatro  Modernissimo di Telese Terme, il laboratorio teatrale “laltroteatro” dell’I.I.S.  Telesi@ presenta  MYTHOS, ispirato alla drammaturgia e allo spettacolo omonimo Mythos da Eschilo, Sofocle, Euripide,  ideato da Elena Bucci e Marco Sgrosso e prodotto dal Centro Teatrale Bresciano in collaborazione artistica con la compagnia “Le belle bandiere”.

Il laboratorio teatrale L’AltroTeatro dell’Istituto di Istruzione Telesi@ di Telese Terme (BN) da anni è impegnato in un progetto di educazione alla cultura del teatro. Le attività del laboratorio tendono ad avvicinare i ragazzi all’esperienza di un teatro polivalente e polifonico, in cui antico e moderno si fondono in un messaggio culturale sempre vivo e attuale. Quest’anno il laboratorio, coordinato dalla professoressa Colangelo e dal professore Collina, porta in scena un adattamento dello spettacolo Mythos, un’opera assolutamente originale nell’ambito del panorama teatrale italiano, prodotta dal Centro Teatrale Bresciano, con la collaborazione artistica della compagnia Le belle bandiere, e diretta da Elena Bucci e Marco Sgrosso. Lo spettacolo ripropone una storia senza tempo che ha attraversato i linguaggi teatrali dell’antichità e della contemporaneità, una storia trattata da Eschilo, Sofocle e Euripide in diversi modi. Il racconto parte dal sacrificio di Ifigenia e arriva fino al peregrinare di Oreste passando per la guerra di Troia, per l’uccisione di Agamennone da parte di Clitemnestra e, poi, per quest’ultima uccisa da Oreste in nome di una faida familiare dai contorni oscuri. A scorrere è il sangue, flusso che si interrompe nell’areopago, davanti alla dea Athena e all’istituzione della giustizia, al di là delle pulsioni vendicative. Il segreto insito nello spettacolo Mythos, firmato da Bucci e Sgrosso, è il mito che parla all’uomo contemporaneo e racconta di un oltrepassare i meccanismi di vendetta per dare spazio al senso di giustizia, condiviso dalla comunità nello spazio sacro dell’agorà. Questo spazio sacro, per il nostro laboratorio teatrale, è nella ritualità del teatro condiviso con gli studenti e le studentesse come luogo di edificazione culturale e etica. Mythos procedendo per immagini e racconti, quasi a ritroso verso le origini della cultura occidentale, guarda a quella cultura di confine che vide Oriente e Grecia dialogare e scontrarsi, sfidarsi e contaminarsi nelle epiche vicende della guerra di Troia, dai cui esiti si è generato il nostro mondo, ancora oggi lacerato dalle stesse tensioni tragiche raccontate dalle parole degli antichi greci. Nel nostro adattamento, le parole e la azioni dei personaggi, prendono forma e corpo nella potenza espressiva e sentimentale dei giovani attori, coinvolti emotivamente in una storia che vede delinearsi, in un flusso scenico ininterrotto, il conflitto tra le dimensioni del “potere” e delle “passioni umane”, della “vendetta” e della “giustizia”, del “furore” delle erinni e della pacificazione necessaria, che solo Atena potrà garantire.

Mirella Maria Colangelo

Carmine Collina

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.