Olimpia Volley: vittoria all’esordio in campionato

0

L’Olimpia Volley archiviata la Coppa Campania con tre successi in altrettanti derby ha dimostrato di essere indubbiamente la formazione sannita più temibile ed attrezzata in serie C. La serie di successi per la formazione di coach Salomone è continuata anche in campionato, dove le telesine hanno rifilato un secco 3 a 0 al Centro Volley Orta di Atella tra le mura amiche del palazzetto di via Cortopasso a San Salvatore Telesino.
Il peso dei carichi di lavoro e gli incontri ravvicinati – quarta gara in meno di due settimane – hanno pesato non poco sullo spettacolo ma non sull’economia del match che ha visto, comunque, l’Olimpia vincere i set 25-18, 25-18 e 25-20. Una gara combattuta ma mai in discussione con le casertane che hanno provato ad insidiare la corazzata del presidente Campanile senza peró riuscirci. Già martedì, la squadra ha ripreso gli allenamenti in vista del derby di sabato che metterà davanti – si sono già affrontate in Coppa – Eulux Montesarchio e Olimpia. Nel frattempo alla corte di Salomone è finalmente giunta anche la brasiliana Neide Pereira che sta ancora recuperando da un infortunio e presto comincerà ad allenarsi con il gruppo.
“È stata una partita anomala – ha detto il trainer Paolo Salomone – davanti abbiamo trovato un avversario che non aveva nulla da perdere e che ha forzato sia in attacco che in battuta commettendo anche diversi errori. Questo non ci ha permesso di trovare il ritmo partita ed abbiamo condotto un gioco abbastanza frammentato ma senza mai mettere in discussione il risultato. Dobbiamo imparare a mantenere un livello di concentrazione alto senza farci condizionare dalla forza dell’avversario e imparare ad imporre il nostro gioco”.
A fine gara a parlare è stata la giovane schiacciatrice ischitana Martina Impagliazzo come sempre protagonista. “Abbiamo inaugurato il campionato – ha detto – con una bella vittoria anche se la partita di sabato non è stata una delle migliori perchè abbiamo tutte, l’obbligo di migliorare alcuni aspetti del gioco. Nel momento in cui dobbiamo dare la sterzata finale e decisiva non dobbiamo adattarci al tipo di gioco dell’altra squadra ma riuscire ad imporci. Sono felice dell’entusiasmo e della voglia che si legge negli occhi di ogni mia compagna. Ho creduto sin da subito nel progetto e nella squadra presentatemi dal presidente e dal direttore sportivo e sono sicura che insieme andremo lontano”.
Soddisfatto a metà il presidente Antonio Campanile che a freddo, analizzando il match si dichiara contento ma chiede maggiore impegno alle sue atlete. “Sono convinto – ha detto – che contro di noi, ognuno cercherà di produrre il massimo sforzo per riuscire a metterci in difficoltà. Pertanto dobbiamo sempre mantenere la concentrazione alta, pensare solo a noi stessi, indipendentemente dall’avversario che andiamo ad affrontare. Già dalla prossima gara mi aspetto di vedere non solo una vittoria ma netti miglioramenti nel gioco e nel carattere”.

Michele Palmieri

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.