Fagiolo della Regina a San Lupo

0

San Lupo, piccolo borgo sannita di circa 900 abitanti, si prepara a festeggiare ed omaggiare anche quest’anno il suo “fagiolo della Regina”.

Cultivar unico nel suo genere, rimasto invariato negli anni, tale legume deve probabilmente il suo particolare nome ad un episodio risalente al XVIII secolo d.C., quando il sanlupese Achille Jacobelli, noto personaggio di quei tempi, cavaliere frequentante la corte del re Federico II di Borbone e uomo stimato dalla regina Maria Teresa, donò a costei un sacchetto di fagioli.

Sua maestà volle subito ringraziare il cavaliere per il gradito dono e, alla richiesta del nome di quei legumi, si sentì rispondere: “Da oggi in poi, questi fagioli, in vostro onore, saranno chiamati Fagioli della Regina”.

L’appuntamento con antichi sapori, artigianato, musica e tanto altro è previsto per sabato 22 luglio, a partire dalle ore 19:00, in Largo Zampillo / Piazza Umberto I.

Ad organizzare la manifestazione, per il quarto anno consecutivo, è la Pro Loco di San Lupo, guidata dalla dott.ssa Annarita Focareta, che si dice entusiasta di poter dare la giusta attenzione ad un prodotto delle terre sanlupesi, oggi scelto come presidio Slow Food, coltivato dai contadini del posto con un lavoro attento, costante e meticoloso.

Il fagiolo della Regina sarà gustato con piatti tradizionali, quali laganella e cotica, in abbinamento con il prodotto tipico per eccellenza: l’olio extravergine di oliva.

La serata del 22 luglio con gli “Antichi sapori…il Fagiolo della Regina” avrà inizio alle ore 19:00 con un motor show realizzato in collaborazione con il “Vespa Club della Valle Telesina” e i motociclisti delle “Aquile del Matese” e sarà animata dalla musica dei Sancto Janne.

Annarita Focareta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.