San Lorenzello:  presentazione del libro di Claudio Coluzzi

0

Sabato 1 Luglio, con inizio alle ore 18.30, al Palazzo Massone di San Lorenzello, verrà presentato il romanzo-inchiesta “Benvenute in Paradiso – schiave nella terra dei Casalesi”, (edizioni Anordest),  curato dal cronista de Il Mattino

Il libro racconta, sotto forma di romanzo, storie assolutamente vere, che offrono uno spaccato drammatico e sincero della criminalità e della violenza sulle donne.

che racconta la storia di due ragazze albanesi giunte in Italia con la speranza di trovare un lavoro dignitoso ed una vita normale. Scappate dall’inferno della loro terra, scoprono presto di essere piombate in un inferno peggiore costituito da storie di prostituzione e violenza. Un giornalista ed un commissario collaborano a stretto contatto per fare emergere la verità, all’interno di una storia vera infittita dai contorni del giallo e dalle sfumature del genere noir.

Benvenute in Paradiso è anche un reportage attento che sfata luoghi comuni con la forza della realtà. Un racconto quasi in presa diretta, capace di coinvolgere il lettore. Le due storie sono assolutamente vere e sono state raccontate da Coluzzi sulle pagine del «Mattino».

Alla presentazione, organizzata dall’Ente Culturale ‘’Nicola Vigliotti’ e patrocinata da Comune di San Lorenzello, Ente Morale Fondazione Massone- Cerza e Ordine degli Psicologi della Campania, porteranno i saluti, il sindaco di S. Lorenzello, Antimo Lavorgna, il presidente della Fondazione Massone-Cerza Luciano Lombardi. Interverranno Stefania Fappiano – settore giovani ente culturale Vigliotti, Maria Di Carlo, consigliere ordine psicologi Campania, Aldo Balestra, ufficio redattori capo Il Mattino, Luigi Botte, Questore di Avellino nonché Consigliere dell’Ente Vigliotti, Alessandro Puel, Comandante provinciale Carabinieri, Giuseppe Bellassai, Questore di Benevento, coordinati dal Presidente dell’Ente ‘Nicola Vigliotti’ Alfonso Guarino. Le conclusioni saranno affidate al Prefetto della provincia di Benevento Paola Galeone.

 Milena Mancini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.