Bollettino di “un euro” per servizio mensa

0

Non sarà certo un record nel bizzarro mondo della burocrazia del Belpaese, ma questa vicenda merita di essere raccontata.  Il Comune di San Salvatore Telesino gestisce il servizio mensa scolastica, bisogna quindi acquistare dei blocchetti prepagati per essere ammessi al servizio.

Tutto normale fin qui. Soltanto che per alcuni, proprio oggi 10 giugno, si esaurisce il “PREPAGATO” (bollettino che consente di accedere al servizio per un mese) mentre c’è da pagare la mensa anche per domani: la differenza è proprio pari ad un euro.

Ecco allora che i responsabili del servizio compilano il bollettino postale intestato al Servizio Tesoreria del Comune di San Salvatore Telesino, con l’importo scritto a cifre ed in lettere da versare con la causale “refezione scolastica anno 2014/2015, alunno…. (il nome è stato cancellato per la privacy, ma c’è e posso mostrarlo a richiesta di verifica) e poi num. blocchetti….

Allego la copia del bollettino con il nome dell’alunno cancellato.

I commenti sono molteplici e di diversa natura: li lasciamo ai cittadini ed agli utenti. A noi basta che la vicenda sia presa ad esempio su come non deve essere la macchina amministrativa dei nostri comuni: tanto vicina ai cittadini da non fargli nemmeno un euro di credito. Anche se per incassare un euro se ne spendono due per il bollettino e tanti altri per le procedure di incasso e di compilazione.

Questo è il mondo attuale. Pazienza. Ma noi ci auguriamo che il Sindaco intervenga direttamente. E’ possibile migliorare. Ci crediamo ancora. Nonostante tutto.

Benevento, 10 giugno 2015

 Pietro Di Lorenzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.