Raddoppio ferroviario. Alta Capacità

0

Comunicato stampa n.06 del 03/02/2015 – Oggetto: Raddoppio ferroviario. Alta Capacità. –  Il Sottosegretario di Stato on. Umberto Del Basso De Caro ha convocato per il giorno 5 febbraio 2015 alle ore 16.30 presso la sede della Direzione di RFI Napoli questo Ente Comunale ad un incontro tecnico finalizzato ad una analisi sugli approfondimenti richiesti sulla proposta di variante da realizzare al Progetto preliminare del raddoppio ferroviario sul territorio della città di Telese Terme.

Il tema all’ordine del giorno riveste una grande importanza per la salvaguardia e la tutela di una parte importante di zone strategiche allo sviluppo della città di Telese Terme.

L’impegno profuso da questa Amministrazione fin dall’anno 2010 si spera che possa avere un epilogo confacente alle aspettative della comunità telesina.

Nell’incontro programmato per giovedì prossimo si auspica pertanto che possano emergere soluzioni definitive in merito allo spostamento del tracciato ferroviario, che evitino quindi che il territorio possa essere irrimediabilmente spaccato in due.

Il Vice Sindaco Giovanni Liverini al riguardo dichiara: “Ci si trova oggi ad un appuntamento importante e chiarificatore per la città di Telese Terme. Ormai sono anni che ci battiamo per dare una soluzione al tracciato del raddoppio della linea ferroviaria che sia in grado di non mortificare il territorio, ma che invece sia in grado di essere un punto qualificante e presupposto per un’ ipotesi di grande sviluppo. Tutti ci auguriamo, pertanto, che possano essere individuati, all’incontro di giovedì, soluzioni di fattibilità sulla proposta di variante all’attuale progetto preliminare, avanzata da anni da questa Amministrazione”.

“Non ci siamo mai arresi – sottolinea il Sindaco Pasquale Carofano – all’idea di un tracciato ferroviario che spaccasse il paese in due parti. Intanto siamo riusciti a mettere in discussione l’attuale progetto preliminare. Speriamo che gli approfondimenti tecnici effettuati da RFI ci offrano soluzioni in aderenza alle richieste formulate da questa Amministrazione fin dall’anno 2010. Oggi l’intera comunità è in fibrillazione e non ci sfuggono, come non ci sono mai sfuggite, le ragioni di tali preoccupazioni. Un dato è certo: difenderemo il nostro territorio in ogni modo”.

Antonio Giaquinto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.