La stella AIL

0

“Ogni malato ha la sua buona stella” con questo slogan i volontari dell’AIL si preparano anche quest’anno a scendere in piazza con le immancabili stelle di Natale. Chi verserà un contributo minimo di € 12 diventerà “sostenitore” dell’Associazione. La manifestazione giunta ai 25 anni, permette di raccogliere fondi destinati a progetti di ricerca, assistenza di elevato valore scientifico e sociale. In particolare a Benevento, dove l’AIL è presente da 14 anni, grazie alla volontà della fondatrice della sezione Stefania Mottola, sono stati sovvenzionati progetti come quello della Continuità Assistenziale Ematologica Domiciliare in convenzione con l’A.O. “G. Rummo” di Benevento che, a due anni dalla sua nascita nel 2012, ha raggiunto 39 pazienti nella propria abitazione. L’ammalato è seguito a casa da personale specializzato che gli garantisce la vicinanza dei familiari e una qualità di vita migliore. Un altro progetto è attivo presso l’Unità operativa di Patologia Clinica dell’Ospedale, diretta dal dott. Vincenzo Rocco, con tre borse di studio per i biologi Maurizio Fumi, Ylenia Pancione e Silvia Sale e, infine, il progetto presso  l’UOC S.I.T. e Day Hospital Ematologico, diretto dal dott. Roberto Vallone, con una  borsa di studio alla dott.ssa Floriana Salierno, tecnico di laboratorio. Questi importantissimi progetti garantiscono un continuo impegno nella ricerca e nella cura degli ammalati.

Importante, dunque, è essere presenti il 6, 7 e 8 dicembre presso le piazze dove si potranno trovare i volontari dell’AIL: corso Garibaldi – chiesa di San Bartolomeo, centro commerciale “Buonvento” – Leclerc, centro commerciale “I Sanniti”, davanti le principali chiese cittadine e nei seguenti comuni della provincia: Airola, Amorosi, Apice, Apollosa, Bucciano, Buonalbergo, Calvi, Campolattaro, Campoli Monte Taburno, Castelpagano, Castelpoto, Castelevenere, Castelvetere, Cautano, Ceppaloni, Cerreto Sannita, Circello, Colle Sannita,  Dugenta, Durazzano, Faicchio, Foglianise, Fragneto Monforte, Frasso Telesino, Guardia Sanframondi, Limatola, Luzzano,  Massa di Faicchio, Molinara, Montefalcone Di Valfortore, Montesarchio, Morcone, Paduli, Pago Veiano, Pannarano, Paupisi, Pesco Sannita, Pietraroja, Pietrelcina, Ponte, Puglianello, San Bartolomeo in Galdo, San Giorgio del Sannio, San Giorgio la Molara, San Lorenzello, San Lorenzo Maggiore, San Lupo, San Marco dei Cavoti, San Salvatore Telesino, Santa Croce del Sannio, Sant’Agata de’ Goti, Sant’Angelo a Cupolo, Solopaca, Telese Terme, Tocco Caudio, Torrecuso, Tufara, Vitulano.

Se pensiamo che, in estate, aspettiamo la notte di San Lorenzo per “beccare” una stella cadente ed esprimere un desiderio, in inverno, possiamo cogliere l’occasione di “donare” una stella di Natale dell’AIL e far avverare così, con un gesto semplicissimo come quello di alzare gli occhi al cielo, il desiderio di ogni malato di leucemia.

Un “grazie” enorme è dedicato anche ai nostri volontari che, di anno in anno, crescono e rendono possibile tutte le nostre manifestazioni.

Tutto ciò che è stato fatto in questi anni è il frutto di una collaborazione basata sulla solidarietà. Si può dare ancora tanto. È necessaria la forza di tutti per avvicinare la data della sconfitta della leucemia.

Lella Preziosi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.