E’ polemica a Telese sull’alta capacità ferroviaria

1

Da Realtà Sannita   n. 17 – 1/15 NOVEMBRE 2014  Pag.4 – Il Consiglio Comunale di Telese ha affrontato il proble­ma del passaggio sul suo ter­ritorio della linea ferroviaria di Alta capacità. E’ stata una seduta burra­scosa nel dibattito tra le forze politiche, ma dai risultati alquanto modesti per le deci­sioni assunte in merito a que­sto argomento molto sentito dall’opinione pubblica.

A tal proposito la minoran­za consiliare guidata dal con­sigliere Vincenzo Fuschini ha fatto la proposta di costitu­zione di un Comitato di citta­dini che potesse seguire l’e­voluzione del progetto predi­sposto dalle Ferrovie dello Stato.  Il sindaco Pasquale Caro­fano, anche a nome della maggioranza, ha sostanzial­mente condiviso l’idea ma non l’ha approvata sol perché la stessa era stata proposta dall’opposizione. E si è impegnato a mettere in cantiere la costituzione di un Comitato, o di qualcosa di simile, per lo stesso scopo.

“E’ un capriccio del sindaco”, sbotta il consigliere Fu­schini. “Non si am­ministra in questo modo perché se davvero la maggio­ranza era d’accordo sull’idea, perché non approvarla nel­la seduta consiliare in corso, dati pure i tempi stretti che ci sono per la realiz­zazione di questa opera?”.

I cittadini di Telese seguo­no con interesse il dibattito sull’argomento perché i risul­tati potrebbero essere molto interessanti. Difatti l’Amministrazione Comunale ha fatto passi pres­so le autorità competenti per­ché lo scalo ferroviario (l’at­tuale stazione) venga spostato verso il fiume, acquisendo così una vasta area al territorio urbano, visto che la ferrovia attuale divide in due il paese.

La cosa non è semplice, ci sono dei problemi e giorni fa è comparso anche un manife­sto di un cittadino che stig­matizzava (in negativo) l’o­perato della civica Ammi­nistrazione.

Si tratta di un’opera impor­tante che comunque lascia il segno (speriamo in positivo) e che proprio per essere tale avrebbe bisogno di essere supportata dall’impegno e dalla responsabilità di chi è coinvolto nelle decisioni, e quindi anche del Consiglio Comunale della cittadina ter­male, interessato a gestire al meglio, e tutelare al massimo il proprio territorio.

 Carlo Franco

 

 

 

1 commento

  1. Una domanda sorge spontanea, anzi due:
    – spostare il tracciato della ferrovia serve davvero alla collettività di Telese Terme?
    – all’Amministrazione Comunale sta più a cuore la partecipazione dei cittadini ala vita politica o l’obbedienza alle logiche partitiche che spingono a non approvare, pur condividendole, buone iniziative dell’opposizione?
    Ai posteri l’ardua sentenza, o qualche anima pia me lo sa spiegare?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.