Imprese che resistono … l’appuntamento per sabato 29 marzo

0

Sabato 29 marzo alle ore alle ore 10,00 presso Albergo Ariet di Limatola (Bn), si svolgerà l’assemblea regionale di “imprese che resistono” .

Il nostro scopo è quello di creare una “rete” di imprese campane che parlando insieme possano individuare i problemi comuni così da preparare un ns documento per sensibilizzare le autorità di questo paese su quelle che sono le tante problematiche che affrontiamo di continuo e che stanno distruggendo le imprese italiane.

Gli imprenditori italiani, in particolare quelli delle piccole e medie imprese, sentono che non vengono dati loro il giusto ruolo ed importanza, mentre su di loro vengono scaricati una quantità di fardelli e inefficienze dello Stato ormai non più sopportabili.

Negli altri paesi chi fa impresa viene ritenuto una risorsa fondamentale perché crea posti di lavoro e quindi aumenta il benessere del paese stesso. In Italia, invece, l’imprenditore, da un lato è visto come un evasore totale, causa dell’aumento delle tasse e dell’impoverimento del paese, e dall’altro lato come una “mucca da mungere”.

Oggi fare impresa in Italia richiede un grande coraggio e spirito di sacrificio. Questo perché la società e lo Stato non danno il giusto valore a chi a proprio rischio e mettendosi in gioco crea posti di lavoro, tanto meno lo aiuta o lo supporta.

Lo Stato è nemico dell’imprenditore con la folle ed inutile burocrazia che a volte inghiotte le imprese come sabbie mobili, per le troppe tasse che riversa sulle imprese, per coprire i propri sprechi, incapacità e clientele, per quel dito puntato sempre contro gli imprenditori quali evasori totali che in quanto tali impoveriscono il paese e fanno pagare più tasse alle altre categorie.

Noi paghiamo le tasse, la grande maggioranza degli imprenditori paga le tasse e tutte e da queste è soffocato, siamo persone oneste che contribuiscono, spesso da soli, al benessere di questo paese, noi siamo quelli che hanno creato il Made in Italy, mentre lo Stato e la politica hanno distrutto l’economia di questo paese.

Oggi per gli imprenditori la sopravvivenza è costantemente a rischio e quasi ogni giorno bisogna affrontate tanti problemi, ingiustizie e situazioni critiche che spesso distruggono le imprese.

Mai come oggi, quindi, è necessario unirci se vogliamo resistere, con la speranza di riuscire a far sentire la nostra voce, di far comprendere i nostri problemi che sono ignorati da chi decide le leggi del paese.

Noi puntiamo a far capire l’importanza delle imprese, far cambiare le leggi e la mentalità nel ns paese, tutto ciò in un paese come l’Italia appare come un sogno, ed è un sogno. Solo unendoci possiamo sperare di realizzare il nostro sogno.

Ecco quale è il motivo per cui stiamo iniziando questo percorso con l’assemblea di sabato, che dovrà essere la prima di una lunga serie.

Imma Monfregola

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.