Cento anni di autonomia del Comune di Ponte

0

 Domenica 19 Gennaio alle ore 18.00, sarà presentato a Ponte presso il l’Abbazia di S. Anastasia il nuovo libro di Angelo Antonio Scarinzi dal titolo Canto di un immigrato alla terra adottiva – Ponte 1913/2013.  Alla serata interverranno: Dott. Domenico Rosario Gennaro Ventucci, Sindaco di Ponte, Dott. Mario Meola, Sindaco di Ponte 2000/2010, Dott. Mario De Tommasi, Direttore dell’Istituto Demo-etno-agriculturale del Sannio, Dott. Carmine Nardone,  Presidente Futuridea, Prof. Angelo Antonio Scarinzi, Autore. La serata sarà moderata da Sandro Tacinelli, Giornalista.

Il libro dà spazio a storie vissute dallo scrittore o a lui rac­contate da altri testimoni senza distaccarsi da ciò che è reale e scien­tificamente provato da atti e delibere. È il canto di un immigrato che non si sente più tale, come è giusto che sia. Se, infatti, la storia viene interrogata senza etnocentrismi, essa ci dice che l’autoctonia è un mito: non esiste lo jus soli in quanto non è importante dove si nasce ma l’appartenenza che si acquisisce con l’adozione.

L’autore, identificandosi con il suo essere migrante, utilizza la figura più adeguata per descrivere noi stessi e i nostri contemporanei poi­ché anche coloro che nascono, vivono e moriranno nel medesimo luogo partecipano ad un movimento di dislocazione collettiva attra­verso i mass media e le nuove tecnologie comunicative. Ed è proprio in questo che consiste la peculiarità del presente lavoro: veicolo non soltanto di semplici informazioni ma anche di idee e rappresentazio­ni di un mondo e dei suoi linguaggi.

 Maria Scarinzi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.