Telese: Proposta M5S per la riduzione della produzione rifiuti

0

Al  Signor Sindaco del Comune di 82037  TELESE TERME (Bn) VISTI La Delibera della Giunta Regionale della Campania n. 758 del 29 dicembre 2011, A.G.C. 21 Programmazione e Gestione Rifiuti, Settore 2 Gestione;Il Decreto Dirigenziale della Regione Campania n. 33 del 30 dicembre 2011, A.G.C. 21 Programmazione e Gestione dei Rifiuti, Settore 2 Gestione;L’Avviso Pubblico n. 259 del 13 novembre 2012 emesso dalla Provincia di Benevento, Settore “Territorio-Ambiente-Trasporti-Politiche Energetiche”, Servizio: Ciclo Integrato dei Rifiuti;La Deliberazione della Giunta Provinciale di Benevento n. 267 del 9 ottobre 2012;La firma dei Decreti di Assegnazione ai Comuni delle risorse relative ai provvedimenti di cui sopra, da parte del Commissario Straordinario della Provincia di Benevento, Prof. Aniello Cimitile, pubblicata con Comunicato Stampa Ufficiale n. 4377 del 31 ottobre 2013. con l’assegnazione al Comune di Telese Terme di € 18.000.

CONSIDERATO CHE

Già molti altri Comuni della Provincia di Benevento, tra i quali San Salvatore Telesino, Comune della Città Telesina, hanno scelto di dotarsi di compostiere allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti;La modesta assegnazione permette comunque l’acquisto di un buon numero di compostiere domestiche o condominiali.

il gruppo telesino del MoVimento 5 Stelle

sollecita l’adozione anche per la nostra Città di un regolamento che disciplini sia le modalità del compostaggio che gli eventuali benefit economici per i cittadini che lo adotteranno, in termini di riduzione della TARES, affinchè anche a Telese Terme si possa contribuire alla riduzione a monte dei rifiuti e usufruire delle citate agevolazioni economiche.

Nell’occasione ricordiamo che, attuando il compostaggio domestico, si contribuisce alla sostanziale e fondamentale riduzione dei rifiuti con benefiche ricadute di ordine ecologico ed economico quali:

  • Minori quantità di materiale da raccogliere;
  • minori rischi di fuoruscita di liquami e di emissioni odorigene;
  • minori rischi di sostanze inquinanti prodotte dalla termo-distruzione dei materiali negli inceneritori;
  • minori costi per il trasporto e per il selezionamento dei rifiuti;
  • possibilità di riutilizzare l’humus prodotto con il compostaggio domestico nel proprio giardino orto o nelle proprie piante quale ammendante concime, senza ricorrere a interventi con prodotti chimici;
  • minore acquisto di contenitori biodegradabili da distribuire alla popolazione;
  • Possibilità di raccolta e vendita di tutto il compost prodotto ad agricoltori e/o aziende vivaistiche.

Intendiamo, inoltre precisare che la pratica del compostaggio domestico è resa possibile anche alle famiglie che non dispongono di orti o giardini in quanto si trovano in commercio anche compostiere da balcone, tra l’altro molto convenienti nel prezzo e facilissime da usare.

Ci permettiamo suggerire che Codesta Spettabile Amministrazione voglia introdurre, nel regolamento apposito, una sostanziale riduzione della TARES, che auspichiamo intorno al 25%, tenuto conto che la frazione organica corrisponde a circa un terzo dei rifiuti prodotti nel nostro Comune. Il buon senso ci fa ritenere che fissando una buona percentuale di riduzione si potrà ottenere una più efficace collaborazione dei cittadini alla pratica del compostaggio.

Disponibili, come sempre, a collaborare con Codesta Spettabile Amministrazione, nei tempi e con le modalità che Lei stesso vorrà indicare, distintamente salutiamo.

Sergio Paliotti

per Gruppo Telesino MoVimento 5 Stelle

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.