Telese Terme: la giornata Mondiale dei Diritti

0

I diritti dei Bambini e delle Bambine, di tutta l’infanzia,  dei ragazzi degli adolescenti. Insieme ad UNICEF  ormai da diversi anni viene celebrata nell’Istituto la giornata che approfondisce il tema della Convenzione sui diritti dell’infanzia, riscritti con un linguaggio semplice, si riesce a far conoscere e riconoscere ai più piccoli i loro diritti. In questo percorso tra gli articoli della Convenzione ricordiamo che i diritti all’infanzia sono inviolabili e le promesse sono sacre. Se noi adulti dovessimo dimenticarlo, le voci dei bambini dovranno ricordarcelo. Così come ce lo ricordano in particolare i bambini e le bambine della IV B che hanno scritto:  “Verso una scuola amica delle bambine  e dei bambini” con Unicef (associazione mondiale per la tutela dei diritti dell’infanzia). Da più di sessant’anni l’Unicef lavora con progetti di sviluppo per la crescita dei paesi più poveri. Il compito dell’Unicef non è quello di sostituirsi all’organizzazione delle leggi dello stato stesso, ma il suo compito specifico è di impegnarsi a proporre, promuovere e sostenere azioni che concorrano a favorire e realizzare l’applicazione dei diritti dei bambini, secondo gli articoli della Convenzione sottoscritta e divulgata dall’ONU ( organizzazione nazioni unite) il 20 novembre1989. (dopo due anni è  passata in Italia). Gli articoli della convenzione, come diritti dell’infanzia, il diritto alla salute, all’identità, all’istruzione, al gioco, alla pace, alla protezione da abusi e violenze, alle pari opportunità e alla non discriminazione, tutti alla protezione dalle guerre e il diritto a sapere. La convenzione sui diritti dell’infanzia è il trattato sui diritti umani più importante della storia. E’ il più importante strumento giuridico e si batte per un mondo in cui ogni bambina e ogni bambino abbiano le medesime opportunità per diventare protagonisti del proprio futuro. Il programma “ verso una scuola amica” dei bambini, nasce in Italia in collaborazione con gli altri comitati nazionali ed internazionali, Unicef  e con i paesi del Sud del mondo.. Il programma, indirizzato a quanti operano nella scuola, ha come obiettivo di realizzare azioni concrete che possano rendere la scuola un luogo nel quale tutti, adulti e bambini insieme, possano “ star Bene” è un progetto aperto, di un cammino non concluso ma, che, continua nel tempo. Noi oggi e anche domani vogliamo impegnarci a lavorare in particolare su due aspetti di grande rilievo nella società:

-integrazione sul nostro territorio di bambini provenienti da altri paesi e alla necessità del loro pieno inserimento nel nostro sociale per garantire forme specifiche di convivenza che eliminino i rischi dell’esclusione dell’altro.

L’Unicef Italia, si propone ancora come associazione che accompagna la scuola in un percorso di qualità, perché è proprio la scuola che rappresenta il luogo privilegiato dove bambini, bambine e adolescenti apprendono, condividono esperienze, si incontrano , studiano e, dove trascorrono la maggior parte del loro tempo. Questa la testimonianza che ci hanno regalato i bambini ricordandoci e facendoci riflettere. Una riflessione che noi adulti da oggi e per tutto il periodo natalizio saremo chiamati alla Convenzione sui diritti dell’infanzia che ha in tutto 54 articoli, ma la maggior parte dei restanti articoli riguarda il modo con cui gli adulti e i governi dovrebbero collaborare per assicurarsi che vengano rispettati tutti i diritti di tutti i bambini. Infatti con “ Coloriamo il Natale D’Azzurro proposto da Unicef e il Gigante Buono apriremo con la collaborazione dell’Istituto scolastico statale comprensivo Telese – Solopaca, una serie di iniziative territoria li che vi invitiamo a condividere e se “ Vuoi”, puoi rileggere o leggere la Convenzione.  Parlane con i tuoi amici, i tuoi parenti, con gli insegnanti con i conoscenti con la Istituzioni. Troverai molti contenuti nelle iniziative che vi verranno proposte colme di significati e di valori , perché se parli dei diritti dei bambini, aiuti gli altri bambini. Non smettere di sognare: più la gente capisce che i bambini hanno dei diritti, più sarà disposta ad aiutarli ad avere tutto ciò che serve loro per crescere sani sicuri e liberi.

Maria Angela Ferrara

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.