Trekking Culturale all’Istituto Telesi@

0

L’avventura del laboratorio di Trekking Culturale è iniziata nel migliore dei modi con la prima escursione sul “Sentiero degli Dei” nei Monti Lattari della Penisola Sorrentina. Il percorso si snoda da Agerola a Positano e più precisamente dalla frazioni di Bomerano fino a quella di Nocelle. Le viste mozzafiato del sentiero, ad una altitudine di circa 500 metri, hanno ripagato la fatica dei 60 studenti escursionisti. Nello spazio dedicato al laboratorio, sul sito dell’Istituto Telesi@, è possibile vedere il reportage fotografico. Il Sentiero degli Dei è avvolto da antiche leggende secondo le quali gli Dei lo hanno utilizzato per raggiungere il mare di Positano per salvare Ulisse dalle Sirene. E’ un percorso tra i più spettacolari in Italia: scenari favolosi che spaziano da Praiano a Positano, fino all’isola di Capri.  Il laboratorio di Trekking Culturale dell’Istituto Telesi@ è uno dei tanti esempi di come si può apprendere divertendosi passando attraverso il benessere fisico e spirituale; sono previste almeno 8 escursioni nell’anno scolastico 2013-14, una al mese da ottobre a maggio. E’ imminente l’escursione di novembre che vedrà gli iscritti al laboratorio “conquistare” i ruderi della Badia benedettina di S.Maria in Gruptis,  dopo uno studio accurato di tutte le grotte del Monte Taburno-Camposauro. Interessanti anche le successive escursioni di dicembre e gennaio: la prima curata dal prof. Alberto D’Onofrio esplorerà il versante nord del Camposauro, la seconda vedrà lo studio ambientale dei corsi d’acqua di Telese Terme in un percorso di trekking fluviale. Il laboratorio, nato da un’idea del dirigente scolastico Domenica Di Sorbo e da Maurizio Volpe (operaio della Comunità Montana) dopo un periodo di sperimentazione, da aprile a maggio scorsi, è diventato permanente da quest’anno scolastico e vede tutte le attività in orario extracurricolare e cioè di pomeriggio. I docenti che guidano gli escursionisti sono Massimo Caramante, Giovanni Forgione, Giustino Garofano e Iris Pilato.

Le escursioni sono aperte anche ai genitori degli studenti nonché ai docenti del Telesi@ ed al personale scolastico.  Ogni escursione è preceduta da un incontro di due ore, almeno una settimana prima, per approfondire tutti gli aspetti legati alla esperienza sul campo: nella Sala Convegni del Polo Tecnologico, gli iscritti al laboratorio diventano protagonisti dell’approfondimento culturale con ricerche su internet e su vecchi testi. Quando necessario, il laboratorio si avvale della consulenza gratuita di esperti esterni quali le guide CAI della sezione di Benevento e dell’aiuto degli operai della Comunità Montana del Taburno-Camposauro. Molto gradita dagli studenti la scelta metodologica di suddividere lo studio in settori curati da gruppi di lavoro costanti: chi, ad esempio, ha scelto il settore “Ambiente e Flora” ne cura gli aspetti per tutte le otto escursioni trasferendo le proprie ricerche agli altri escursionisti. I settori ed i gruppi di lavoro sono i seguenti: Aspetti Storico Culturali – Benessere Psicologico ed Emozionale – Cartografia e Descrizione percorso – Divertimento ed Animazione – Fauna e Microfauna – Flora e Ambiente – Fotografia Professionale – Meteo e Clima – Registrazione digitale Allenamento – Reportage Giornalistico – Sicurezza e Primo Soccorso – Tecnica Escursionistica – Terreno, Geologia, Orografia – Tracce GPS e Waypoints – Amministrazione e Contabilità . Le modalità di trasferimento delle informazioni da un gruppo all’altro sono alquanto innovative: si usa il Cloud, una forma di Classe Virtuale, un servizio gratuito di archiviazione su internet. I docenti del laboratorio hanno istituito sul web una cartella denominata “Trekking Culturale Telesi@” con all’interno tante sottocartelle, una per ogni settore di ricerca. In pratica, tutti gli iscritti possono comodamente da casa leggere le ricerche condotte dagli altri; solo per il proprio gruppo di lavoro si ha il privilegio di modificare gli archivi inserendo materiale testuale, fotografico, video o multimediale.

Giovanni Forgione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.