San Salvatore: ferragosto Suonabene

0

Ci siamo quasi: meno tre (giorni) a Ferragosto Suonabene, la festa popolare di San Salvatore Telesino (in provincia di Benevento) che da cinque anni fa parlare di sé per il clima conviviale, il buon cibo, la bella musica e la gente che balla. Ferragosto Suonabene è una bella esperienza comunitaria nata da un parroco attivo e sensibile Don Franco Pezone che riesce ad aggregare un gruppo di volontari e il Comitato dell’Assunta per celebrare il culto mariano e riunire tutta la comunità intorno alla festa che rivive anche grazie alle tradizioni culinarie, segno di civiltà e di appartenenza culturale. Nella semplicità della proposta si cela il grande successo della festa: cenare assieme in piazza con i piatti preparati dalle famiglie delle contrade del paese e da mezzanotte cocomero gratis per tutti. Ingrediente essenziale: l’ottima musica live che va avanti fino alle due (!) e anche quest’anno in programma ci sono due concerti imperdibili: I Matti delle giuncaie e Figli di Madre Ignota che trascineranno tutti nella festa (anche i più insospettabili).

A San Salvatore Ferragosto Suona veramente Bene!

Programma:

dalle 21 Cena Popolare

Concerti:

ore 21.30 I Matti delle giuncaie/hard folk

Lapo Marliani, Francesco Ceri, Andrea Gozzi e Mirko Rosi sono i suoni, i cori e le voci matte della band regina dell’Hard-Folk Maremmano. Tutti e quattro, alcuni insieme per progetti musicali o semplicemente provenienza maremmana, già da qualche tempo decisero che era arrivata l’ora di unire il rock, la musica gitana, quella folk, quella cantautoriale e la patchanka con una moltitudine di iappappà, meghe meghe, raba, gumba e giga gigumba al fine di ribadire il motto “divertirsi suonando”. A chi li addita dicendo che non scrivono i testi dei loro pezzi perché non sanno tenere la penna in mano, i mattirispondono che la sfidaè soprattutto musicale. Non a caso il gruppo viene alla luce con un primo “atto matto”: tre pezzi per la colonna sonora del DVD “Salviamoci” (Carta/Cantieri Sociali) dagli strani titoli: Canapone, Il Ballo delle Canapa e Sweet Canapa (tutti e tre presenti nel primo disco “Iappappà”).

ore 23.30 Figli di madre Ignota/spaghetti balkan

Figli di Madre Ignota: band di Milano che suona un mix aggressivo di musica balcanica, polke indemoniate, klezmer inventati dal nulla, swing incattiviti, tarantelle mozzafiato, con chitarre elettriche surf e una sezione fiati generosa: in due parole, SPAGHETTI BALKAN! Se riuscite ad immaginare una banda di ottoni balcanica che suona con un gruppo rock con chitarre surf, siete vicini a quello che succede nei loro show. La band ha girato molto in Europa e non solo, dove è conosciuta per gli shows mozzafiato, per gli aftershow spontanei (spesso interminabili), divisi con il DJ residenti, per l’incrollabile autoironia e lo spirito sinceramente italiano: divertirsi, e far divertire. Alcuni fra gli appuntamenti più importanti a cui hanno partecipato: Sziget Festival (H, 2012), Lowlands (NL, 2010), Das Fest (D, 2010), Sziget Festival (H, 2009), Horizonte Festival (D, 2009), Mundial Festival (NL 2009), Eskisehir Festival (T, 2009), dal vivo a Caterpillar (RadioRai2). L’altro ieri  (11 agosto) hanno suonato di nuovo allo Sziget in Ungheria: il più importante festival musicale europeo.

comunicazione: tabularasaeventi www.tabularasaeventi.net

organizzazione: Comitato dell’Assunta

Raffaella Vitelli

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.