Referendum per la giustizia e contro il finanziamento pubblico ai partiti

0

Autonomia Sud ed il Movimento “Benevento Libera” intendono sostenere i referendum promossi dai radicali italiani per abrogare il finanziamento pubblico ai partiti, per lasciare allo stato le quote di chi non esprime una scelta sull’8xmille, per la custodia cautelare e l’ergastolo, per la responsabilità civile e la separazione delle carriere dei magistrati. Con apposita conferenza stampa da tenersi a breve i promotori dell’iniziativa Luigi Bocchino, Pietro Di Lorenzo, Guido Principe e Pietro Romano illustreranno i temi referendari in questione unitamente ad alcuni parlamentari nazionali che hanno a cuore i problemi reali degli italiani e non il solito teatrino della politica urlata e delle comparsate televisive.

Sul piano locale si rimarca che, come accade in altri settori dai trasporti alla scuola, la giustizia nel Sannio, con la cancellazione dei Tribunali di Guardia Sanframondi e di Airola e con la quasi certa scomparsa degli uffici periferici del Giudice di Pace, è a rischio desertificazione nell’indifferenza totale dei politici nostrani impegnati a discutere sulle modalità di svolgimento dell’incontro del Ministro De Girolamo. Oggi in una realtà territoriale come la nostra già vessata ed emarginata dal “napolicentrismo” che, guarda caso, si fa sentire solo per difendere gli interessi del Tribunale di Napoli-Nord e di Ischia mentre il Governo pensa di far scomparire oltre mille uffici giudiziari, il “deserto” giustizia crea disagi ai cittadini della provincia e sguarnisce i primi presidi di legalità e di tutela dei diritti. La giustizia, con l’aumento indiscriminato dei bolli, diventa una mera chimera per i ceti meno abbienti già pesantemente colpiti da una crisi economica devastante: per i costi iniziali da sopportare, a cui si aggiungono le spese di mediazione inutile e dilatorie, è più facile che i cittadini rinuncino a difendere i propri diritti che a perseguire la tutela in sede giudiziaria.

Benevento, lì 3 luglio 2013.

Intervento inviato da Pietro Di Lorenzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.