Il Polo scolastico: ci riprovano!

0

Anziché fare i fatti, far parlare le opere e le cose fatte, per tentare di dare un pò di contenuto ad una azione amministrativa incolore ed insignificante, gli Amministratori di Telese ci propinano un comunicato al giorno, nel tentativo di esorcizzare l’aria pesante della disfatta. Ora, tirano fuori nuovamente l’annosa vicenda della realizzazione del Polo Scolastico a Telese Terme, accantonato dalla Regione Campania dopo le prime verifiche amministrative della giunta Caldoro sull’operato delle amministrazioni regionali precedenti. Di tanto venne a Telese a parlarne l’assessore Severino Nappi e non poche furono le polemiche, con una amministrazione comunale e provinciale che si erano sbilanciate oltre il dovuto a promettere cio’ che non era e non poteva essere. Ora, ritirano fuori la storiella, giusto per mestare nel fumo già denso di impianti di rifiuti che si vorrebbero realizzare a Telese e di mega depuratori che dovremo ospitare sul nostro territorio. Rifiuti e reflui, questo è diventato Telese nel programma dei nostri amministratori, con negozi che chiudono e servizi che se ne vanno. Dopo anni dall’adozione della delibera della Giunta Regionale che sospende tutta la procedura del Polo Scolastico, con la provincia che ha esaurito la sua funzione e che è stata affidata ad un commissario liquidatore, i nostri amministratori si ricordano di inoltrare una semplice richiesta di informazione alla Regione sullo stato della procedura. Non lo sapevano fare prima, dovevano aspettare che passassero gli anni. Credo che non avranno alcuna risposta e rimarranno in attesa così come i tanti cittadini di Telese che aspettano l’esito del procedimento di verifica su un immobile che ci è costato lo spostamento degli uffici della ASL. Questo è il loro modo di fare, fumo e parole, ma fatti pochi o niente.

Vincenzo Fuschini

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.