Chiarimenti alle riflessioni del Sig. Quercia

1

Egregio Sig. Quercia, giovedì ero fuori sede per impegni di lavoro. Comunque non avevo intenzione di essere presente all’incontro organizzato dall’amministrazione Comunale di Telese. Tali iniziative, organizzate a seguito di decisioni già assunte, hanno lo scopo, a mio avviso, solo di voler giustificare le scelte che i cittadini contestano con forza. Secondo me il confronto in questo caso riguardava chi a fatto quella scelta ed i cittadini. Se si fosse trattato di un forum nell’ambito di un processo di partecipazione, impegni di lavoro permettendo, sarei stato certamente presente. La discussione tra gli amministratori avverrà in Consiglio Comunale dove, il voto di ognuno di noi, certificherà la posizione in merito all’argomento. Le anticipo, comunque, che in Consiglio il mio voto sarà “no”, per il luogo prescelto. In merito alla questione generale relativa alla tipologia di impianto, pur essendo un tecnico, non sono un esperto di digestori anaerobici. Pertanto, finché non viene prodotto un serio studio di fattibilità che compari le varie opzioni oggi disponibili per la “trasformazione” della frazione umida degli RSU e, per ciascuna di esse, ne rappresenti in maniera chiara i punti di forza e di debolezza, la mia posizione è sempre “no”. Analogamente è “no” in assenza di un’approfondita analisi costi/benefici. Sarà “si” se, a seguito di quanto sopra, i cittadini “accettano” l’impianto attraverso un processo partecipato.
Ad ogni modo ritengo che tale impianto non è coerente con le azioni da porre in essere per la crescita e lo sviluppo sostenibile della nostra Telese. Presumo anche che gli stessi benefici economici si possono raggiungere con altre iniziative.
Colgo l’occasione per porgerLe cordiali saluti.

Gennaro Capasso
Consigliere Comunale

1 commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.