Telese: fattibilità tecnica Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

0

Comunicato stampa n.21 del 07/03/2013- Oggetto: Studio di fattibilità tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery – In attuazione degli adempimenti previsti dall’art.50 bis del Codice dell’Amministrazione Digitale (D.Lgs. n.235/2010), la Giunta comunale ha approvato la Relazione e lo Studio di Fattibilità tecnica per la Continuità Operativa e il Disaster Recovery. In tal modo, il Comune di Telese Terme è in grado di valutare le criticità che potrebbero determinare l’interruzione dei servizi istituzionali, pianificando soluzioni appropriate.

Lo Studio di Fattibilità  Tecnica definisce il piano di continuità operativa (Disaster Recovery), mettendo in evidenza i risultati emersi nel percorso di autovalutazione eseguito secondo le linee guida messe a disposizione dall’Agenzia per l’Italia Digitale.

Al momento il Comune di Telese Terme gestirà la problematica in modo autonomo e con proprie risorse, sia dal punto di vista organizzativo sia da quello economico, ma in futuro si procederà a gestire il servizio in forma associata con altri enti, così come previsto dal Decreto Semplificazione dell’aprile 2012, attraverso il Centro Servizi Territoriale del Consorzio Sannio.it.

La Relazione illustra gli obiettivi complessivi che l’Amministrazione Comunale si propone di raggiungere in tema di digitalizzazione e innovazione tecnologica. Nella relazione trasmessa all’Agenzia per l’Italia Digitale viene pertanto evidenziato il percorso intrapreso per l’innovazione tecnologica dell’Ente. Gli obiettivi operativi assunti dal Comune di Telese Terme, e già in parte attuati, riguardano in via prioritaria:

  1. L’uso della rete per razionalizzare la spesa e migliorarne la trasparenza e l’efficacia,con particolare attenzione agli aspetti della sicurezza informatica, dei ruoli e delle responsabilità dei soggetti interessati;

  2. La dematerializzazione dei documenti e la loro gestione elettronica;

  3. La diffusione dell’impiego presso i propri dipendenti di servizi infrastrutturali avanzati;

  4. La cooperazione dei processi sia interni sia con altre amministrazioni.

  5. La protezione dell’ambiente e la prevenzione e gestione dei rischi.

La relazione, inoltre, evidenzia che attraverso il nuovo portale del Comune è possibile accedere ad una specifica sezione contenente la modulistica per l’attivazione di numerosi procedimenti amministrativi, all’Albo Pretorio online, al SUAP e all’area servizi e-government, dedicata a cittadini e imprese.

In merito il vice Sindaco con delega all’innovazione dichiara: “Prosegue la linea di ammodernamento delle infrastrutture informatiche e miglioramento dei servizi ai cittadini. Si tratta di un’azione poco visibile ma indispensabile, iniziata con il rifacimento delle reti e la razionalizzazione dei contratti di fornitura dei servizi. Il nostro portale veniva classificato, negli anni passati, tra i meno trasparenti e funzionali dell’intera provincia. Le cose sono già cambiate radicalmente: tutti gli atti sono accessibili e ogni cittadino, oltre che visionarli, può fruire di  numerosi servizi on line che prima erano una chimera. I prossimi obiettivi riguardano la possibilità di pagare via web i servizi comunali e il miglioramento dell’interattività del sistema. Com’è ovvio, il contributo e le proposte dei cittadini saranno cosa gradita”.

Antonio Giaquinto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.