Limatola tra crisi economica e democrazia

0

Dopo dieci mesi di inutili attese, con interrogazioni parlamentari, appelli e richieste inascoltate per Di Lorenzo  e’ giunto il momento di fare sul serio: martedì 12 marzo alle ore 10,30  il consigliere di vivilimatola giungera’ in Prefettura. Al primo posto c’e’ l’emergenza lavoro con la richiesta di convocazione di consiglio comunale, firmata da due consiglieri ed ancora nel cassetto del sindaco. Nessuna risposta a due mesi dalla presentazione, intanto nella ex Svizzera del sud (cosi’ era chiamata Limatola ai tempi del boom economico) sono state chiuse aziende come SMC, ELETTROSISTEMI,TESSECCI, TINTOSETA, BCS, ELETTROSTAMPAGGI, CABLAGGIO, con la perdita di oltre mille posti di lavoro. Centinaia di piccole aziende sono fallite o chiuse causando  altri centinaia di disoccupati. Un paesaggio spettrale e’ ormai Limatola. Si registrano gia’ le prime rapine, l’ultima dopo il supermercato e’ stata ai danni di una povera vecchietta proprio domenica scorsa.

Di Lorenzo porterà all’attenzione del Prefetto anche le sue proposte e quella di una comunità seria, onesta e pronta al sacrificio, com’è quella di Limatola. La stampa e’ pregata di presenziare e partecipare all’incontro di domani davanti alla Prefettura alle ore 10,30.

Pietro Di Lorenzo. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.