‘Amiamo gli Animali’ e ‘Ekoclub International’ contro il randagismo

0

Pronti per la partenza, in direzione Milano, dieci cuccioli della Valle Telesina. L’associazione “Amiamo gli Animali” ha organizzato una staffetta che da Telese Terme affiderà dieci cuccioli in Lombardia. La frenetica e costruttiva attività di Clelia Longo, Presidente dell’associazione “Amiamo gli Animali” di Telese Terme, coadiuvata da Maria Abbatiello, segretaria dell’associazione animalista, quotidianamente dà frutti positivi per salvare i cani di strada e combattere il fenomeno del randagismo. Le associazioni animaliste e ambientaliste, da molto, forse troppo, tempo sopperiscono alla mancanza di organizzazione e di soluzioni da parte degli Enti preposti alla tutela del territorio e degli animali. Il volontariato nel Sannio è presente in maniera attiva e, spesso, abbandonato da chi dovrebbe aiutare  gli operatori delle associazioni. L’Associazione Ekoclub International e, il suo Presidente Provinciale Luigi La Monaca, sta agendo da coordinatrice di alcune associazioni animaliste beneventane. Ancora oggi, una splendida cagnolina di pochi giorni, alla quale è stato imposto il nome di Pepita, grazie ad Ekoclub e all’associazione “Amiamo gli Animali” ha trovato una famiglia che l’accoglierà con tanto amore. Domenica, Clelia Longo e Maria Abbatiello, partiranno per la Toscana per affidare altri due splendidi cuccioli.  Risulta evidente che, i volontari animalisti sanniti, a differenza di politici e amministratori, pur non avendo risorse economiche e con sacrifici notevoli, fanno i fatti e non le solite chiacchiere! Soprattutto a Telese Teme, si aspetta ancora che le promesse dell’Amministrazione si concretizzino. Mentre a Benevento e Paduli, grazie a Ekoclub e a “Una Zampa sul Cuore”, le adozioni di cuccioli e cani abbandonati proseguono puntualmente, in altre zone, come Sant’Agata dei Goti, i cani abbandonati, purtroppo, ricevono trattamenti discutibili. Ultima, solo in ordine di tempo, la storia di un meticcio di Sant’Agata de’ Goti, sequestrato da ignoti e abbandonato nel beneventano; solo grazie ad alcune foto inserite su Facebook, il povero animale è stato ritrovato e affidato a una pensione, grazie all’interessamento di una volontaria beneventana C.D.S. C’è chi afferma, ma non vogliamo crederci che, a Sant’Agata i cani randagi vengono avvelenati!Nei prossimi giorni, una delegazione di animalisti, in rappresentanza di un buon numero di associazioni, chiederà un incontro al Sindaco di Benevento per ottenere l’autorizzazione all’istallazione di un gazebo, almeno una volta al mese, nel centro storico del capoluogo sannita, per favorire l’adozione degli animali abbandonati e sensibilizzare i cittadini ad una capillare campagna di sterilizzazione.

 Luigi La Monaca – Presidente Provinciale Ekoclub International

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.