Regione e Provincia spennano i paperi sanniti

0

Bruna Varrone (M5S) “Cca mmiezo ce steva na funtanella, ce ieva a beve na paparella chist’ a spenna chist’ accide….ziu ziu a parta mia”. La fontanella è il Sannio, la paparella sono i sanniti, Regione e Provincia spennano e uccidono le risorse del territorio, multinazionali e Srl reclamano la loro parte.

Nel mese di Marzo parte un pullman per Roma a spese della Provincia per andare a protestare contro Luminosa.

Nel mese di Maggio 2012 il TAR del Lazio accoglie il ricorso del WWF contro Luminosa srl per la costruzione di una megacentrale a turbogas.

Il comitato No Luminosa informa Aceto Ass. all’Ambiente che la Regione Campania intende avviare un progetto denominato “Valle Spaccata”, si tratta di  trivellazioni per la ricerca petrolifera nel Sannio da parte della multinazionale inglese “Delta Energy Ltd”.  Aceto ringrazia gli informatori e insieme sostengono le  trivelle nel Sannio per la centrale idroelettrica sotterranea lungo la faglia del terremoto del 1688.

Alla Provincia il 12 Giugno 2012 si vedono un “film” in realtà si tratta di un documentario sugli effetti delle trivellazioni petrolifere.

A fine Giugno si invitano i sindaci dei comuni interessati.

A Luglio la Provincia scrive all’assessore regionale dell’Ambiente, l’assessore regionale sollecita la Commissione di Valutazione Impatto Ambientale sulle trivellazioni di petrolio.

Ad Ottobre intanto la Provincia delibera a favore delle trivelle per la centrale elettrica sotterranea da parte della società svizzera Repower.

Il 24 dicembre 2012, essendo stata così sollecitata da Provincia e Regione la Commissione di Valutazione Impatto Ambientale sul BURC della Regione da il via libera per le trivellazioni petrolifere in 19 Comuni della provincia di Benevento.

Prima che l’anno termini la Provincia pensa che farà ricorso al TAR.

Le fonti sono Il Quaderno, il portale della Provincia, Ottopagine, AltraBenevento, Corriere del Sannio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.