Quando l’informazione non c’e’

2

Sergio Paliotti. Gentili concittadini Telesini, molti di Voi sanno che esiste a Telese Terme un Comitato Civico Spontaneo che risponde al nome di Cittadinanza Attiva e il sottoscritto, Sergio Paliotti, ne è l’orgoglioso presidente. Molti di Voi sanno che Cittadinanza Attiva si è battuto (e si batte ancora e forse più attivamente) in favore della popolazione della Valle Telesina per quello che oramai è diventato l’”affaire” Poliambulatorio. In tutto questo periodo (da settembre scorso) a parte le firme raccolte e consegnate al D.G, della ASL BN, Cittadinanza Attiva, pur avendo costituito un Sito internet ed avendo fatto parlare giornali e siti di informazione trai quali, principalmente VIVITELESE che anche oggi ci ospita e che ringrazio di tutto cuore, non ha più sentito la voce della popolazione di Telese Terme, fino a questa mattina.

Questa mattina, recatomi in edicola per leggere, su OTTOPAGINE, l’ennesima descrizione delle nostre iniziative intraprese, mi preme dirlo, a scapito del nostro tempo, del nostro portafogli e della nostra salute, mi sono incontrato con un concittadino, conosciuto al tempo delle ultime elezioni amministrative e con il quale ci siamo sempre salutati cordialmente ed amichevolmente, che, acquistato un quotidiano sportivo piemontese, è entrato e si accingeva ad uscire senza salutare.

Per attrarre la sua attenzione e salutarlo come si conviene tra persone civili ho fatto una battutina innocente sulla provenienza del giornale da lui comprato: “eh quanti tifosi della Juventus”. Apriti cielo: la risposta è stata veemente e gratuita quanto ingiusta! – Sempre meglio di voi che fate schifo e ci avete tolto il poliambulatorio – dopo di che è andato via sbattendo la porta.

Caro concittadino, lei è andato via senza darmi il tempo di chiederle “e lei cosa ha fatto per evitarlo?” e così lo faccio da queste pagine, ed aggiungo: “se lei legge solo Tuttosport, non saprà mai quello che succede nel SUO Paese, nella SUA Regione, nella SUA Città”.

Comunque quel concittadino lo saluto lo stesso, sempre con cordialità ed amicizia, spiegandogli che il sottoscritto (che tra l’altro è napoletano trapiantato a Telese Terme) ed altri pochi volenterosi, benché oberati dagli stessi problemi esistenziali di tutti gli altri cittadini, spendono la maggior parte delle proprie energie, del proprio tempo e del proprio denaro per EVITARE che il Poliambulatorio vada via DEFINITIVAMENTE da Telese Terme e meritano, se non altro, il suo rispetto.

Mi piacerebbe sentire la voce dei cittadini in altri termini, quali ad esempio: “siamo con voi” oppure “cosa possiamo fare per contribuire?” ma questo è un sogno e credo che resterà tale.

CITTADINANZA ATTIVA prosegue nella sua lotta senza farsi scoraggiare ma, anzi, con maggiori energie, con coraggio e dignità.

2 Commenti

  1. Caro Sergio,
    tento di minimizzare il comportamento poco cortese di uno juventino come me, il comportamento credo sia dovuto alla indigesta sconfitta contro la Samp.
    Non intendo però sorvolare sulla gratuita offesa rivolta nei confronti dei cittadini che si sono prodigati al fine di impedire che un ulteriore scippo venisse perpetrato ai danni dei telesini e dei cittadini della Valle. Non può “fare schifo” colui che si batte anche nel suo interesse o, semmai, di un familiare anziano, privo di mezzo di locomozione o invalido. Credo quindi in una cattiva informazione, credo che, per esserci collocati col tavolinetto, in occasione della raccolta delle firme, davanti alla sede comunale, gli abbia fatto credere che fossimo strumentalizzati dagli Amministratori e non sa la profonda stima che nutriamo nei confronti di tutti i Sindaci della Valle per non aver mostrato le p…. (la rima è occasionale) circa la questione “Poliambulatorio”.
    Una ultima informazione allo sconosciuto amico juventino: Cittadinanza Attiva è rappresentata dalla destra e dalla sinistra ideologica, dal centro-destra e dal centro-sinistra e da chi ha disgusto della politica.
    Pietro Quercia.

  2. Caro Pietro, ti ringrazio per la risposta, ma il mio messaggio non andava al “signore” protagonista del piccolissimo incidente verbale. La mia intenzione era quella, come giustamente hai notato, di denunciare lo stato di disinformazione nel quale versa la cittadinanza: accusare noi, che stiamo combattendo contro un abuso, di quello stesso abuso non è altro che “disinformazione” non so quanto, ma certamente voluta.
    Il “signore” di cui sopra è stato da me ampiamente perdonato per lo sgarbo, in quanto lo ritengo “innocente” perché male informato. E comunque quello che mi dispiace che ci sia stata solo la tua risposta, quella di un altro combattente per i diritti dei nostri concittadini, e nessun altro si è peritato di farlo.
    La nostra coscienza e il nostro amore per Telese non si femano così facilmente, lo sappia chi di dovere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.