Rapito Charlie, il gatto che faceva il morto

0

Giuseppe Sangiovanni. La sorellina minore di Charlie, da due giorni piange e non tocca cibo, come Paola e Barbara, disposte ad offrire lauta ricompensa a chi trova Charlie. Forse, cederebbero anche alla richiesta di un “riscatto”, pur di riavere a casa l’amatissimo e speciale persiano! Sarebbero intenzionate(Rai permettendo) a lanciare un appello in trasmissione, ed esagerando vorrebbero farlo nella trasmissione “Chi l’ha Visto”. La Sciarelli, potrebbe accogliere la richiesta delle due sorelle, inaugurando un nuovo segmento, riguardante la scomparsa degli animali d’affezione.

Lo speciale felino casertano scoperto dal settimanale “Di Tutto”, è stato rapito, o per meglio dire rubato. Incredibile, ma vero! Qualche settimana fa, avevo raccontato su “Di Tutto” le gesta di Charlie, un meraviglioso gatto persiano, che eseguiva precisamente gli ordini impartiti dalle sue padroncine, Paola e Barbara. E da “rosa”(ndr. Il grande amore per il felino), la notizia diventa un giallo! Ieri, la telefonata di una programmista di Raidue(con cui collaboro da esterno da anni ) sul mio  cellulare. “Giuseppe, siamo interessati alla storia del gatto-attore,  mi puoi dare il recapito telefonico delle padroncine di Charlie?”- la richiesta della giornalista Rai, che nel giro di qualche ora mi richiama, dicendo: “Sai che hanno rubato il gatto?”. Contatto una delle padroncine, che mi conferma l’accaduto: del gatto, nessuna traccia da due giorni, verosimilmente è finito nel mirino dei ladri, che potrebbero avere agito dopo la notorietà raggiunta sul giornale nazionale! La sorellina minore di Charlie, da due giorni piange e non tocca cibo, come Paola e Barbara, disposte ad offrire lauta ricompensa a chi trova Charlie. Forse, cederebbero anche alla richiesta di un “riscatto”, pur di riavere a casa l’amatissimo e speciale persiano! Sarebbero intenzionate(Rai permettendo) a lanciare un appello in trasmissione, ed esagerando vorrebbero farlo nella trasmissione “Chi l’ha Visto”. La Sciarelli, potrebbe accogliere la richiesta delle due sorelle, inaugurando un nuovo segmento, riguardante la scomparsa degli animali d’affezione. Contano di affidarsi anche alle pagine di  “Di Tutto”(e tutti i media italiani), per ritrovare Charlie. Non rimane che attendere la notizia del ritrovamento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.