Poliambulatorio. Ci risiamo! Questione ambigua

1

Sergio Paliotti. (Comitato Spontaneo Cittadinanza Attiva)  Ci risiamo! Noncurante degli impegni assunti con una dozzina di Sindaci del Distretto Sanitario di Telese Terme, il Direttore Generale della ASL di Benevento, dott. Michele Rossi, si dimentica di tutto quanto aveva dato per certo ai “Primi Cittadini” presso di lui intervenuti per scongiurare l’ennesimo scippo ai danni della popolazione della Valle Telesina di un servizio essenziale quale il Poliambulatorio e, gettando alle ortiche la propria “parola”, per un chiaro opportunismo politico, ordina il trasferimento del Poliambulatorio di Telese Terme a Cerreto Sannita in perfetta solitudine, senza darne comunicazione nemmeno al Comune di Telese Terme, direttamente interessato, e senza aver emesso un bando di gara per i lavori di ristrutturazione degli attuali locali, come concordato con i Sindaci.

Tutto quanto, poi, durante un periodo di assenza di molti dei suoi dirigenti, inviando i suoi emissari a spegnere anzitempo i computer.  Ci chiediamo se questo modo di agire non nasconda qualche altro intento.

Egregio direttore Rossi, lei si è senz’altro meritato il ringraziamento del sindaco di Cerreto Sannita ma non si aspetti da tutti gli altri Sindaci e dalle popolazioni subdolamente private dei propri diritti costituzionali, altrettanta riconoscenza.

Sappiamo che è  un suo diritto disporre tali cambiamenti ma ai diritti di circa 40.000 abitanti lei non ci pensa?

Ora, da queste righe, intendiamo domandarle se è vera la “voce” che i locali che ha destinato a tale nobile gesto di solidarietà, nei confronti dei tanti utenti privi di mezzi propri di locomozione, siano davvero mancanti del Decreto di Autorizzazione Sindacale e, noi del Comitato Spontaneo, speriamo che qualcuna delle Authority preposte voglia controllare la veridicità di tale “voce” ed anche di altre voci riguardanti l’Agibilità Sismica dei citati locali.

Si sa che “vox populi…vox Dei” e chissà che non sia vero, non ce ne meraviglieremmo affatto.

Per finire vogliamo “ringraziare” tutti i nostri  parlamentari per il loro assoluto silenzio in merito alla questione “Poliambulatorio”, silenzio che, tradotto nel linguaggio popolare, suona come “menefreghismo” o peggio, assicurando loro che ce ne ricorderemo, applicando a febbraio uno dei pochissimi diritti inalienabili che ancora ci rimangono: il voto.

E’ altresì doveroso ringraziare il Signor Prefetto Ennio Blasco, unico, tra le Alte Personalità  contattate, a dimostrarsi interessato al nostro problema, al quale preghiamo di voler nuovamente esprimere la propria autorevole opinione su quanto il dott. Rossi sta disponendo in questi giorni.

1 commento

  1. Non mi meraviglio affatto che in simile, meschina operazione siano coinvolti personaggi politici del PDL, personaggi verso i quali nutro un forte senso di ripulsa più di quanto possa nutrire nei confronti di politicanti di altri schieramenti.
    Le delusioni avute da costoro sono tante ed amare che lo sconforto che mi assale è pari alla loro infamia.
    Certo Sergio, la resa dei conti è vicina. Brinderemo insieme.
    Pietro Quercia.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.