ViviLimatola replica al Sindaco

2

Pietro Di Lorenzo.  Contestualmente all’arrivo delle bollette del servizio idrico integrato, poco trasparenti per ammissione dello stesso Sindaco, il consigliere Di Lorenzo ha chiesto con lettera scritta di poter visionare gli atti.a questo non gli è stato consentito dal Sindaco, che così ha violato ancora una volta la Legge e le indicazioni del Prefetto, che lo invitava a mettere a disposizione del consigliere i documenti. Ci sono ben tre richieste inevase dal Sindaco e soltanto dopo l’opposizione ‘ViviLimatola’  è stata costretta, per tutelare gli indifesi cittadini, a rendere pubblico quest’autentico scandalo.

 Egli non può affermare che “Di Lorenzo cerca di indurre i cittadini a non pagare i consumi fatturati”. Ora io l’invito a provare tale affermazione in un pubblico confronto da fare nel posto che sceglierà il Sindaco stesso.  Ma, statene certi,  sfuggirà al confronto pubblico ed allora, lo invito a rispondere alle seguenti domande:

  1. perché non metti a disposizione dei consiglieri gli atti pubblici?
  2. dove hai letto, oppure chi ti ha riferito e può essere testimone che Di Lorenzo cerca di indurre i cittadini a non pagare le bollette?
  3. esiste nel territorio di Limatola una rete fognante ed un impianto di depurazione?
  4. perché non inserisci nella bolletta la data della lettura iniziale, oppure della sostituzione del contatore?
  5. perché nella bolletta non c’è scritto come e dove pagare?
  6. la determina di approvazione dei ruoli idrici (di € 423.168,75) contiene anche gli oneri di depurazione e le acque reflue? (ma il depuratore e le fognature dove sono?)
  7. a che ti serve uno staff personale (di avvocati e commercialisti pagato quasi € 100.000 all’anno) se poi produci questi atti?
  8.  come hai potuto spendere anche migliaia di euro per “il monitoraggio delle letture idriche prima della fatturazione”?

A partire da oggi conteremo i giorni, in attesa del confronto pubblico e della risposta del sindaco.

Limatola 26 ottobre 2012

2 Commenti

  1. sull’argomento ci scrive un cittadino:
    Io suggerisco a tutti i cittadini che usufruiscono del servizio idrico di controllare le bollette pagate dalla fornitura dell’anno 2008, in quanto fu proprio allora che fecero pagare una somma forfettaria in assenza di una lettura accertata. La lettura venne fatta in occasione del cambio del contatore nell’anno 2010, quindi bisogna prendere la lettura certa indicata alla voce lettura precedente e sottrarla alla lettura certa del cambio contatore, vedere quanti mc avete pagato nella fattura 2008 e vedere quanti mc vi restavano da saldare.Quindi l’anno scorso è stato fatto pagare il restante quantitativo del vecchio contatore più una parte del nuovo, per cui il giusto da pagare risultaessere la restante parte del nuovo contatore, e non l’intera lettura, come loro vogliono far credere. QUELLO CHE BISOGNA FARE SUBITO ADESSO E DI ANDARE AL COMUNE E CHIEDERE LA SOSPENSIVA DEL PAGAMENTO, PRIMA DEL 31/10/12 SCADENZA DELLA PRIMA OD UNICA RATA ED ATTENDERE CHE SI FACCIANO I GIUSTI CALCOLI E RIPORTATI IN BOLLETTA SEMPLICI E CHIARI.

  2. QUI’ LIMATOLA: Il sindaco ha evitato il confronto pubblico richiesto da Di Lorenzo, che insieme ai cittadini attende risposta alle seguenti dieci domande:
    1. perché non metti a disposizione dei consiglieri gli atti pubblici?
    2. dove hai letto, oppure chi ti ha riferito e può essere testimone che Di Lorenzo cerca di indurre i cittadini a non pagare le bollette?
    3. esiste nel territorio di Limatola una rete fognante ed un impianto di depurazione?
    4. perché non inserisci nella bolletta la data della lettura iniziale, oppure della sostituzione del contatore?
    5. perché nella bolletta non c’è scritto come e dove pagare?
    6. la determina di approvazione dei ruoli idrici (di € 423.168,75) contiene anche gli oneri di depurazione e le acque reflue? (ma il depuratore e le fognature dove sono?)
    7. come è possibile che fai pagare fino ad € 0,955 a metro cubo l’acqua potabile?
    8. il Comune quando paga all’ENIACQUA per metro cubo (pochi centesimi)?
    9. a che ti serve uno staff personale (di avvocati e commercialisti pagato quasi € 100.000 all’anno) se poi produci questi atti?
    10. come hai potuto spendere anche migliaia di euro per “il monitoraggio delle letture idriche prima della fatturazione”?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.