Una staffetta per Padre Pio

0

Mario Del Vecchio. Da Dugenta e Telese Terme a San Giovanni Rotondo. Una iniziativa che riparte dopo la I edizione che si è svolta 10 anni fa per iniziativa del Fiduciario CONI del Comune di Dugenta Cosimo Di Cerbo che, questa volta, è stato affiancato nel suo progetto di “andare di corsa” a San Giovanni Rotondo per pregare Padre Pio, dall’Atletica Running Telese Terme, di cui lo stesso Di Cerbo è il coach, dalla Protezione Civile di Dugenta, grazie anche al Patrocinio dei due Comuni, Dugenta e Telese Terme, che ospitano le due partenze.

L’evento intende coniugare lo sport e la fede religiosa attraverso i circa 200 Km che dai due centri sanniti portano alla cittadina pugliese dove San Pio è vissuto e ha manifestato i suoi prodigi, lasciando segni tangibili del suo operato come la Casa Sollievo della Sofferenza.

Gli staffettisti – molti dei quali appartenenti dell’ASD Running Telese Terme del Presidente Mario Del Vecchio – hanno accolto con grande entusiasmo la possibilità di fare questa esperienza che vuole portare, durante il percorso e nei centri attraversati, un messaggio di pace e di solidarietà, che riveste un significato ancor più prezioso proprio in questi  anni di corruzione e di svilimento della democrazia.

Il programma prevede il raduno sabato 6 ottobre alle ore 15.00 presso la chiesa di San Nicola ad Orcula di Dugenta dove i partecipanti alla staffetta riceveranno la benedizione di Padre Enrico. Alle 16.30 partenza per Telese Terme dove i primi staffettisti saranno attesi dal resto del gruppo presso la Chiesa Parrocchiale in via Roma. Di seguito la partenza alla volta di San Giovanni Rotondo.

I partecipanti alla staffetta sono 24 per cui ognuno dovrà percorrere meno di 20 km prima di dare il cambio al collega. L’atleta sarà  seguito nel tragitto, quasi tutto notturno, da un camper che accoglierà di volta in volta chi avrà compiuto il suo percorso per dare la possibilità di fare una doccia e rifocillarsi, da un piccolo pullman che ospiterà gli staffettisti e da un mezzo della Protezione Civile con a bordo 6 volontari.

L’arrivo a San Giovanni Rotondo è previsto alle ore 8.00 di domenica 7 ottobre dove la carovana sarà accolta presso la cripta del Santuario “Santa Maria delle Grazie” con i partecipanti che porteranno in dono ai frati del convento un cesto di prodotti tipici, tra cui il “telesino” la piccola bottiglia di acqua sulfurea che, secondo alcune testimonianze mai smentite, piaceva molto allo stesso Padre Pio.

Alle 10.30 la Santa Messa alla quale parteciperanno anche gli accompagnatori che giungeranno la domenica mattina a bordo di un pullman con 80 posti tutti già prenotati.

Sport, fede ,solidarietà, pace: tanti valori da testimoniare attraverso la corsa e l’entusiasmo di partecipanti ed organizzatori.

Per info: Mario Del Vecchio    331 3638763

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.