Telese. Trasferimento del Poliambulatorio: ancora nessuna risposta…

1

Sergio Paliotti. Nonostante l’impegno di Cittadinanza Attiva di informare efficacemente i parlamentari sanniti e i Sindaci delle cittadine interessate al trasferimento del Poliambulatorio ASL da Telese Terme a Cerreto Sannita e la manifestata volontà di oltre 2500 cittadini di opporsi all’ulteriore depauperamento dei servizi di primaria necessità nella cittadina termale, nessuna risposta è fin’ora giunta al Comitato presieduto da Sergio Paliotti. Le comunicazioni sono sicuramente giunte ai loro destinatari in quanto sono state effettuate a mezzo raccomandata con avviso di ritorno per i parlamentari ed a mezzo deposito presso i protocolli dei vari comuni per i Sindaci. TUTTO TACE!

Perfino il Sindaco di Telese Terme, diretto interessato, non ha ancora fatto sapere se intenda o meno impegnarsi fattivamente, assieme alla Giunta dal lui presieduta, per evitare il progressivo impoverimento dei servizi pubblici a Telese Terme ed il conseguente decremento di valore dei beni immobiliari e delle imprese di chi, credendo in Telese Terme, vi ha investito i risparmi di una vita. Il presidente del Comitato, pur consapevole che l’abitudine di ignorare la volontà popolare, lontano dalle scadenze elettorali, è ormai inveterata nella classe politica italiana, non riesce a spiegarsi il comportamento degli amministratori che, pur avendo colore politico, dovrebbero avere a cuore, principalmente, gli interessi delle proprie amministrazioni e dei propri amministrati. Se vogliamo, vista l’adesione popolare raccolta in pochi giorni, anche l”attenzione politica degli amministratori dovrebbe essere sollecitata. Non è difficile capire, infatti, che il loro “fattivo” impegno farebbe aumentare notevolmente un consenso popolare che in alcuni casi è in forte calo.

Il Comitato Cittadinanza Attiva tiene a far sapere che, inoltre e con gli stessi mezzi di comunicazione utilizzati per i parlamentari, ha informato il Ministro per la Salute Pubblica Renato Balduzzi, il Presidente della Regione Campania, con delega alla Sanità, Stefano Caldoro, Il Presidente della Provincia di Benevento Aniello Cimitile, l’Assessore provinciale alla sanità Nunzio Pacifico e il Prefetto di Benevento Ennio Blasco, ma anche da loro nessun cenno di interesse ai problemi di circa 40.000 cittadini è ancora giunto. Cittadinanza Attiva tiene inoltre a far sapere che non si stancherà di lottare ma, anzi, trarrà ulteriori energie dall’arrogante convincimento di chi crede di metterci a tacere ignorandoci.

1 commento

  1. Il 10 Marzo 2012 si è tenuto un Consiglio Comunale APERTO alle istituzioni (deputati, sindaci, associazioni, etc.) che si concluse con impegni che, allo stato, mi risultano completamente disattesi. Mi colpisce, in particolare, che di della deliberazione del massimo consesso cittadino nessuno parli, sopratutto ove si consideri che i Sindaci di Guardia Sanframondi, Castelvenere, Solopaca ed Amorosi, almeno per quanto peesonalmente mi consta, si impegnarono a formulare deliberazioni di voti con le quali avrebbero sosteneuto la permanenza di tutti gli uffici distrettuali a Telese Terme. Di quegli impegni, pubblicamente assunti, e puntualmente disattesi nessuno si è occupato, alcun amministratore comunale, sindaco, assessore, consigliere provinciale si è occupato di “coltivare” una situazione ed un sostegno che non avrebbe fatto male al nostro territorio. La nostra Amministrazione ha grandi responsabilità, sopratutto quelle di aver avviato un procedimento di verifica dell’immobile destinato al Distretto e, ad oggi, a non averlo concluso. I cittadini e l’associazione dovrebbero partire da una lettura di quel resoconto del Consiglio Comunale per avere un approccio informato della problematica. L’onorevole Del Basso De Caro, molto vicino anche politicamente (per essere esponente di primo piano del Partito Democratico) a buona parte della nostra Amministrazione Comunale, affermò “E’ chiaro che si è offerto comunauqe il destro al direttore Rossi di rinunziare all’acquisto. …. Quindi, se non si procede alla sanatoria si è fuori strada, si avranno ancora risposte formalistiche e così si mette a rischio una struttura realizzata per offrire servizi al territorio”. Pubblicare quel resoconto per avere memoria di ciò che è stato detto e NON fatto; pubblicare e leggere quel resoconto per informare correttamente i Cittadini e non …… iniziare sei mesi prima la campagna elettorale degli scaricabarile !!!!!!!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.