San Salvatore Telesino: lunga elaborazione del rendiconto finanziario 2011

0

Giuseppe Creta (per gruppo consiliare di minoranza) Dopo ben 13 giorni di elaborazione è stata pubblicata sul sito del Comune di San Salvatore Telesino la delibera n. 19 di approvazione del Rendiconto di gestione esercizio finanziario 2011 votata favorevolmente solo dal Sindaco e dai consiglieri di maggioranza presenti.

Dalla lettura della delibera si evince che alle domande, alle osservazioni, ai rilievi documentati con l’allegazione di undici cartelle, formulati nella relazione della minoranza, né il Sindaco, né il Revisore dei Conti presente in aula e all’uopo chiamato (?), né il Responsabile del Servizio Finanziario, anch’esso presente in aula nella veste di Segretario, hanno fornito una dovuta risposta.

Ai rilievi, si ripete, tutti documentati con atti e dati rilasciati dagli organi e dagli Uffici preposti, che evidenziavano la scomparsa di un capitolo di entrata, ed alla non corrispondenza di cifre prese dai suddetti atti e documenti con quelle riportate nel conto consuntivo 2011 e così via, la maggioranza, non ha saputo controbattere e, pur potendo far intervenire il revisore dei conti ed il Segretario comunale quale responsabile del servizio finanziario e quindi della gestione del Bilancio e dei risultati dell’esercizio finanziario, ha scelto di non rispondere (vedi in merito articolo pubblicato il 7 ottobre scorso) .

Il Sindaco rispondendo all’avv. Romano, capogruppo di minoranza,  su argomenti riguardanti il successivo punto all’o.d.g. asseriva testualmente che “non ha  ritenuto  opportuno rispondere sui rilievi mossi dal Consigliere Creta perché sul Rendiconto di Bilancio 2011 ha svolto una relazione ragionieristica preparata a tavolino pregiudiziale e non pertinente ad un dibattito consiliare” (delibera consiliare n. 20).

Il Sindaco, con tale affermazione, ha dimostrato di non aver compreso sia il contenuto della “sua” relazione -o di chi l’aveva redatta- che quella letta dal consigliere di minoranza Creta.

Il Sindaco, che non è un ragioniere, ha scambiato gli errori rilevati dal Consigliere Creta nel conto consuntivo 2011 e nell’elenco dei residui attivi e passivi 2012 per prezzi al banco del fruttivendoli di cocomeri o banane.

Può un leader di una maggioranza consiliare su una questione così importante e delicata attinente gli interessi della collettività nascondersi dietro …un ingiustificato quanto assordante silenzio? Il comportamento assunto dal Sindaco non è un buon sintomo, probabilmente è …. alla frutta ! Un vero leader guida e decide in ogni situazione, non si arrende e/o si nasconde dietro il silenzio !

La politica senza memoria non ha traguardo ! L’ambizione della cosiddetta “bella politica” si è rivelata inefficace e inconcludente.  Il disagio dimostrato dal Sindaco col suo silenzio è un disagio che giorno dopo giorno risulta sempre più evidente, ignorarlo sarebbe un grave errore.

In conclusione, chi ha puntato in tempi non troppo lontani, ovviamente a tavolino, su una “rottamazione” di prima genitura, quasi che a cambiare persona servisse a recuperare ordine, tranquillità, fiducia nella politica locale, deve prendere atto del fallimento dell’ardita operazione. La decimazione, decisa a tavolino, non è stata una via d’uscita o condizione risolutiva. Questi strumenti non sono condannabili perché riprovevoli o perché rivolti a persone singole, ma perché non sono utili al paese, ai cittadini e ai loro interessi.

I veri traguardi nella vita si raggiungono con l’impegno, il tempo, il lavoro ed i sacrifici.

Ogni altra strada può dare risultati immediati, ma non duraturi.

Comunque, come asseriva Sallustio nella congiura di Catilina, la vera gloria si conquista con la forza dell’ingegno e non con quella delle membra.

Si continua con mezzucci di bassa levatura politica. A nulla serve riportare integralmente nel corpo della delibera la lunga relazione del Sindaco e solo come allegato all’atto deliberativo quella della minoranza consiliare.

La relazione della minoranza, che l’abile estensore ha portato come allegato, avrà il giusto peso e la giusta misura per chi nelle sedi competenti, ove tali documenti -delibera in copia conforme compresa- saranno inviati quanto prima, avrà il compito di valutare tutte le relazioni riguardanti il conto di bilancio 2011, gli elenchi dei residui attivi e passivi 2012 e non solo.

 

San Salvatore Telesino, 21 ottobre 2012  Il gruppo consiliare di minoranza

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.