Il campetto dei sogni

0

Luigi La Monaca Presidente Provinciale Ekoclub International. Le casse di tutti i Comuni d’Italia, tranne qualche felice eccezione, soffrono di bilanci profondamente in rosso, Benevento, purtroppo, non è estranea a questa crisi eccezionale. La “povertà” delle casse comunali, però, non deve diventare un alibi per paralizzare il vivere civile dei cittadini. Il Presidente di Ekoclub International, Luigi La Monaca, sollecitato da alcuni associati ha compiuto un sopralluogo presso le case comunali di Santa Maria degli Angeli, un popoloso quartiere beneventano. Il degrado presente nella zona raggiunge livelli enormi, il paragone con le favelas brasiliane potrebbe non apparire eccessivo!Detriti di lavori compiuti da imprese giacciono, con la loro fatiscenza, sotto le finestre delle abitazioni e la vegetazione, spontanea, ha raggiunto livelli inenarrabili. Una situazione di abbandono totale che appare in tutto il suo degrado al primo sguardo. La cosa che ci ha particolarmente colpito e che, gli abitanti del rione, sono anche disposti a provvedere da soli alla manutenzione degli spazi e, a recuperare un campo di calcetto presente al centro del plesso abitativo.

Ekoclub International chiede al Comune Capoluogo e agli Assessori preposti ai lavori pubblici e all’ambiente di provvedere immediatamente alla pulizia dei luoghi e, con un investimento minimo, alla realizzazione di due porte per il gioco del calcio. Ekoclub chiede anche a chi amministra la cosa pubblica di autorizzare, i tanti giovani che abitano le case popolari e, che si sono offerti di recuperare il campetto di calcio, di agevolare questo proponimento e, soprattutto, di restituire, con un investimento irrisorio, lo spazio sportivo che, inesorabilmente, darebbe ai tanti ragazzi presenti nelle abitazioni di Santa Maria degli Angeli, un punto di aggregazione, di socializzazione, di sport e di contrasto alla delinquenza. Se un Comune non è in grado, nel giro di poche ore, di realizzare due porte per il calcio e pulire 400 mq. di terreno, vuol dire che siamo proprio alla frutta!

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.