Nota API di Castelvenere su mensa e tempo prolungato

0

Maria Carlo. (vice segretaria sezione API Castelvenere ) “Mancano pochi giorni all’inizio della scuola. Un nuovo anno per genitori e figli fatto di grandi sacrifici. Le spese del caro libri, dell’autobus, mensa,ecc,confermano il fatto che le famiglie si sacrificano per arrivare a fine mese, ritrovandosi con un altro peso sulle spalle. Il Comune di Castelvenere, con apposita delibera, ha riconosciuto ad una cooperativa 3,50 euro non comprensivi di i.v.a per pasto unitario.

Un conto immediato ci dice che aumenterebbe anche il costo del buono-pasto per gli studenti. Perché non toglierla proprio questa mensa come fanno in altri paesi? Nonostante voci da studenti ‘ribelli’ che non vogliono restare a mensa ma sono costretti… altri che non gradiscono i cibi preparati per il pranzo… questo solo perché le famiglie che lavorano firmano il consenso all’inizio dell’anno scolastico … affidando i propri figli alle scuole,sperando che mangino e arrivano a casa con compiti già fatti,invece … dopo tante ore di scuola devono ancora studiare. a casa Le stesse famiglie che si sacrificano per arrivare a fine mese. ”Facciamoci bene i conti”a cosa serve questo tempo prolungato?”

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.