Telese Terme. Le semplici domande dei cittadini

5
Sergio Paliotti. Gentili amici,  vorrei far pubblicare, se è possibile, una domandina che mi gira in testa da un po’, e magari qualcuno l’avrà anche già fatta: perché i residenti di Telese Terme ad agosto non lo sono più?
Mi spiego: la vera domanda è perché l’ingresso con prezzo agevolato alle piscine delle terme in agosto viene soppresso? Intendiamoci non voglio contestare il fatto, vorrei solo che qualcuno mi spiegasse qual’è  il “giusto” motivo di questa palese ingiustizia (non credo si possa dire che si è residenti in Telese Terme solo per 11 mesi all’anno).
Grazie

5 Commenti

  1. Le acque solfuree di Telese sono di proprietà della provincia di Benevento, come un tempo lo erano della provincia Terra di Lavoro e domani lo saranno della provincia di Avellino. Ma solo perché è cambiata e cambierà, per Telese, la Provincia, ma il proprietario è il Comune sul cui territorio sgorgano le sorgenti.
    Ciò premesso, proprietari delle acque sono i cittadini di Telese e di San Salvatore in percentuale.
    Si deduce, quindi, che il termine “agevolazione” usato in tutti i contratti di subconcessione è improprio: I cittadini di Telese e di San Salvatore devono, per diritto e non per concessione, poter bagnarsi ed attingere acqua minerale senza alcun limite; ma ritorniamo su cose già dette.
    Comunque, caro Sergio, già il Disciplinare 1.1.1954/31.12.1982, all’ art.6, lettera f) “congedeva” – nota il termine usato e l’errore grammaticale che vuol dire: “cari cittadini, con questo concedere Vi congedo”- ai residenti dei due Comuni, per la terapia bagni caldi e freddi, la riduzione del 50% con esclusione del mese di agosto.
    Se poi tutto tace, non è colpa dell’ Impresa Minieri ma nostra innanzitutto e poi del Consorzio Idrotermale.
    Come se non fossero fatti nostri siamo passati, dal libero attingimento delle acque, alla limitazione di un litro al giorno procapite e poi alla ulteriore limitazione di dieci litri al mese ma dietro pagamento di € 3,60 che vien fatto passare per rimborso del “mero costo di produzione.
    Ad essere poi pignoli, perché 9,2 litri e non dieci?
    Ti abbraccio. Pietro Quercia.

  2. Io ci aggiungo un’altra domandina altrettanto semplice, che faccio ormai da quasi venti anni e che non ha mai avuto risposta: perchè il parco delle terme non può essere fruibile per tutto l’anno?

  3. Proprio per il fatto di essere una telesina DOC( adottata da Napoli però!!)sono sempre stata amante delle Terme e del Termalismo.
    Ischia ha i cinque parchi termali piu’ belli d’europa, che ho frequentato tutti e per tre mesi all’anno, sempre!! ed anche Napoli con le terme di Agnano e ” le Stufe di Nerone” ed altre in verità ho avuto fortuna di frequentare fino alle terme di Budapest…ma sinceramente a nove euro per tre ore, senza una sedia uno spogliatoio nè un po’ di ombra per fare il biglietto, non ci ero arrivata! Poi se si vuole far leva sui motivi emotivi che ci legano a quell’acqua…per amore si fa tutto, anche soggiacere a delle vere e proprie estorsioni, pur avvisando le autorità preposte, staremo a vedere, la giustizia ha tempi lenti ma è inesorabile.Lia Buono

  4. A questo punto io mi chiedo: visto che a quanto pare siamo in molti a pensarla allo stesso modo, perché non sottoscrivere una petizione popolare per ottenere quelli che sono i nostri sacrosanti diritti quali accedere al parco delle terme per 12 mesi all’anno, attingere alla NOSTRA acqua senza limiti e utilizzare le piscine almeno con un prezzo politico anche per il mese di agosto (e quant’altro)??
    Se siete concordi con me vediamoci domenica mattina a Piazza Minieri e discutiamone. Per riconoscermi io avrò un cartellino con il loro della mia associazione Telesia mon amour.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.