Grande festa all’ArTelesia Festival

0

Lupo Tomasiello. E’ stata grande festa all’ArTelesia Festival che sabato sera ha avuto il suo momento clou con l’attribuzione dei premi ai film vincitori.  Nella serata finale, condotta da Chiara Mazza e Paolo Salomone, tanti gli ospiti di rilievo hanno messo a disposizione la loro professionalità per essere vicini ai giovani film-maker e tra questi Maurizio Casagrande, Sergio Assisi, Sergio Fiorentini, Andrea Bosca, Salvio Simeoli, Riccardo Zinna,Gabriele Rossi e il giovanissimo attore  Gianluca  Grecchi che hanno entusiasmato il numeroso pubblico nell’incantevole scenario delle antiche Terme Jacobelli.
Diverse le sezioni che hanno visto la partecipazione di oltre quattrocento film, sezione Scuola Primaria e Secondaria di I , Scuole secondarie di II grado e Università, sezione diversamente abili, sezioni filmaker corti e lungometraggi che hanno visto i protagonisti calcare il palcoscenico raccontando la passione per la cinematografia.

Tanti i messaggi  sociali e culturali lanciati , tra i quali emerge l’attenzione al mondo dei disabili, qui chiamati DiVabili. A premiare i vincitori italiani e stranieri diversi esponenti del mondo della cultura e della politica, tra i quali l’Assessore alla Cultura della Provincia di Benevento, Carlo Falato, il Provveditore agli Studi di Benevento, Angelo Francesco Marcucci, il Sindaco del Comune di Telese Terme, Pasquale Carofano, il Vicesindaco Gianluca Aceto, l’Assessore Gennaro Capasso. Questi i film premiati: Miglior cortometraggio Scuola dell’obbligo a “Operazione art. 34” della Direzione Didattica S. Prisco di Caserta, Miglior cortometraggio Scuole Superiori eUniversità a “Il segreto di Pius” con il quale si è aggiudica il premio miglior attore Simone Terranova; per la sezione diversamente abili Premio migliore regia a“L’incontro- una passeggiata in corto” per la regia di Serena Grasso; Film vincitore “L’Agnellino con le trecce” di Maurizio Rigatti che racconta l’adolescenza di un ragazzo affetto da sclerosi tuberosa, e l’amore di un padre che scende in campo contro i pregiudizi e l’ignoranza. Per la sezione lungometraggi, premio miglior film straniero a Son of Babylon di Mohammed Al Daradji, per aver raccontato il viaggio dai terrori kurdi fino a Nassirya di un bambino in cerca del padre prigioniero di Saddam;presente al Festival Il Direttore della Fotografia, Steffan Fairlamb; premio miglior film straniero a “Febbre da fieno” di Laura Luchetti, una commedia romantica dove amore e destino si intrecciano e ruotano attorno a personaggi unici e stravaganti parte di un mondo nostalgico.

Per la sezione filmaker, primo premio a Moktar di Halima Ouardiri, La regista, presente al Festival, ha tratto da una storia vera l’amicizia tra un ragazzo marocchino e un gufo, considerato animale di cattivo auspicio nel villaggio in cui vive. Alla regia di Valerio Groppa è stato assegnato il premio miglior cortometraggio italiano con “Infondo a destra”, corto dal sapore dolceamaro che narra dell’incontro tra un anziano signore e un giovane venditore porta a porta di aspirapolveri. Premio artelesia festival 2012 per il soggetto, al cortometraggio“Perfetto”di Corrado Ravazzini. Premio Artelesia Festival 2012 per l’interpretazione, al cortometraggio “Solo un bacio” di Simone Petralia; Premio ArTelesia Festival 2012 miglior colonna sonora al cortometraggio  “L’ultimo cielo” musiche di Max Gazzè. Premio ArTelesia Festival 2012 miglior fotografia al cortometraggio “Nostos” per la regia di Alessandro D’Ambrosi e Santa De Santis e miglior attore a Massimo Dapporto per  l’intensa interpretazione nel cortometraggio  “Il sospetto” di GiovanniMeola. Menzioni speciali a “Dagli occhi di un padre” di Davide Pannullo, la distanza di Valerio Vestoso e Carla Cirillo, “My name is Mohammed “ di Mohammed al daradji.Il Primo premio per la sezione corti musicali e teatrali è stato attribuito ai “Corepolis”, che si sono esibiti la sera precedente.  Di grande rilievo artistico gli interventi musicali curati da Patrizio Ranieri Ciu, Presidente dell’Associazione “Fabbrica Wojtila” di Caserta, che hanno permesso al pubblico di apprezzare le splendide voci della giovane cantante pop  Ida Massaro e del tenore Gino Ricciardi. Anche quest’anno l’ArTelesia Festival si è avvalsa della collaborazione degli studenti delle Università partner italiane e straniere che hanno contribuito con entusiasmo e competenza al successo della manifestazione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.