Telese Terme. Via P. Borsellino… divieto d’accesso

0

Pietro Quercia. Nel ventesimo anno dall’ atroce attentato mafioso e mafioso-politico del Procuratore Paolo Borsellino e dei cari ragazzi che hanno voluto stargli vicino pur sapendo che il sentimento di profonda   stima verso l’ UOMO li avrebbe condotti alla morte, nel ricordarli tutti quei ragazzi, meravigliosi eroi:

  • Agostino Catalano – capo scorta;
  • Emanuela Loi – prima donna a far parte di una scorta e morta in servizio;
  • Vincenzo Li Muli – agente scelto;
  • Walter Eddie Cosina – agente scelto;
  • Claudio Traina – agente scelto,

mi è venuto alla mente che l’amministrazione D’Occhio ebbe la sensibilità di dedicare una strada importante a Paolo Borsellino. La strada è di collegamento tra la piazza Salvo D’Acquisto e via Garibaldi. Su di essa risiedono zero cittadini. Ironia a parte:

In quanti  a Telese sanno dell’esistenza della strada? Questa è la misura di una amministrazione per dimostrare l’orgoglio di una intera cittadinanza ad un eroe? O è soltanto perché Borsellino non meritasse altro perché Procuratore antimafia? Mi ribello e mi aspetto che l’attuale Amministrazione rimuova la vergogna. Lo stesso sentimento di ammirazione profonda va al Procuratore Falcone, alla sua compagna ed ai ragazzi della scorta.

Pietro Quercia

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.