Telese Terme. Via Manzoni … parliamone

3

Pietro Quercia. Cittadini abitanti alla via Manzoni, molto vicini al sindaco Carofano, lamentano le precarie condizioni nelle quali versa la strada e mi hanno dato l’incarico di preparare un esposto che avrebbero sottoscritto.

Non sono favorevole a dette forme di protesta, anche perché l’esperienza m’insegna che le firme valgono niente se manca la volontà politica di risolvere i problemi.

Nelle condizioni economiche disastrate del Comune a cosa serve (per il momento) chiedere il rifacimento di un manto stradale ridotto in situazioni di dissesto o la richiesta della costruzione di marciapiedi su di un lato della strada per assicurare l’incolumità dei cittadini che la percorrono?

Parlandone, però, si potrebbe giungere alla conclusione che, con meno di € 3.000, si possono risolvere problemi urgenti ed estremamente seri.

Non è giusto che i cittadini vengano distinti per classi secondo l’importanza della strada sulla quale abitano! Eppure la via Manzoni non è strada secondaria: Essa è lunga 500 metri, inizia dalla via Turistica dei Lago e termina alla Stazione ferroviaria, però l’accesso dalla via Turistica del Lago è larga come un vicoletto, per restringersi ulteriormente a causa di un palo dell’ ENEL al margine della stessa.

Stretta e dissestata com’è nel manto stradale, soprattutto di sera, scendono in pista centauri e piloti di formula uno: Aspettiamo, per usare un termine abusato, che ci scappi il morto?

Con l’inizio dell’anno scolastico, per la presenza della Scuola Media, si creano veri e propri intasamenti, maggiormente nelle giornate piovose (ne sanno qualcosa gli autisti dello scuolabus) ed in questa confusione gli alunni sono costretti a destreggiarsi tra le auto in sosta e quelle in transito.

Tutti questi disagi possono essere evitati con poco più di niente. E’ sufficiente:

  • L’arretramento di almeno un metro del muretto di recinzione della Scuola Media;
  • La ricollocazione dei dossi artificiali (non so perché sono stati rimossi);
  • L’ istituzione del senso unico di transito.

 Se poi aggiungo altre situazioni come, per esempio, la via Goldoni, già traversa di via Manzoni, che, per le buche e gli avvallamenti in quei venticinque metri di proprietà del Comune, costringe i residenti in casa per  causa di una piccola precipitazione, non sono più sufficienti i 3.000 € stimati per i suddetti interventi.

Anche questa è storia remota.  Un articolo voluto da Ezio Esposito, pubblicato su Segnali del 20 gennaio 1990, dice tutto solo nel titolo: “Degrado”. Riporto solo poche righe:  “A volte sono i piccoli episodi (piccoli per un modo di dire) che danno la misura del livello amministrativo di un centro come Telese. Vogliamo far riferimento ad una strada da sempre lasciata nel dimenticatoio e per la quale tutti gli interventi richiesti non si sono mai avuti. Ci riferiamo a via Manzoni,il cui accesso è risultato sempre pericoloso per gli automobilisti e il cui degrado appare sempre più evidente.  Pur essendo confinante con servizi primari come la Scuola Media e la sede INPS sembra una strada abbandonata…”

Pietro Quercia

3 Commenti

  1. Ciao Pietro, sempre sulla breccia eh?
    Penso che dovremmo essere un po’ tutti come te, ma permettimi, da amico quale spero io sia per te, di fare una “tiratina” di orecchie a quelle persone che tu definisci “vicine” al Sindaco (credo vicine topograficamente). Hanno fatto bene, per carità, a rivolgersi ad un “combattente” del tuo calibro, ma…se invece facessero come me e credo pochi altri, saprebbero già che via Manzoni sarà presto risistemata come già è stato fatto per Via Mazzarella. Come faccio a saperlo?
    Anche se a me, e non è’ un mistero, piace scrivere, piace anche andare e domandare, anche a costo di essere ritenuto un “rompicoglioni” (mi si passi il termine).
    Allora esorto i miei carissimi concittadini ad “andare e domandare”, non costa nulla ed oltretutto i Signori Amministratori ci rispondono, almeno a me l’hanno fatto.
    Un messaggio personale per Peter: quando mi vieni a trovare?
    Ciao a tutti

  2. Non ho, caro Sergio, motivo per non credere.
    Ciò tornerebbe tutto a vantaggio dell’attuale Amministrazione, soprattutto perché è un grosso problema irrisolto da oltre quarant’anni.
    Mi auguro, però, che non si perda tempo, almeno con gli interventi a costo zero.
    Ti abbraccio.
    Pietro Quercia.

  3. ERRATA CORRIGE
    Volevo dire Via Massarelli, non so come mi è venuta in mente Via Mazzarella.
    Per essere più chiaro: quella che va da Via C.Colombo a Via G. Verdi.
    Chiedo scusa per l’involontario lapsus

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.