Faicchio: proposta di deliberazione IMU

0

Filippo Cocozza Il Consigliere di opposizione Cocozza Filippo ha presentato stamane una proposta di deliberazione al Consiglio Comunale, volta ad abbassare tutte le aliquote dell’Imposta Municipale Propria “IMU” al Comune di Faicchio. La proposta, inviata al Presidente del Consiglio, sarà calendarizzata entro venti giorni a partire dalla data odierna, così come previsto dal Regolamento del Consiglio Comunale, e se approvata dall’Assise, sarà immediatamente eseguibile. Essa ha dunque lo scopo, come già detto,  di abbassare tutte le aliquote dell’Imposta, da quella base, fissata a 0,46 per cento, a quella dell’abitazione principale 0,2 per cento, ai fabbricati rurali e strumentali 0,1 per cento, fino ad arrivare ai beni immobili non produttivi di reddito fondiario, fissata allo 0,4 per cento. Sostanzialmente il Comune di Faicchio non presenta particolari patologie di Bilancio pertanto non vedo il perché i nostri cittadini debbano essere sacrificati con un’aliquota di imposta particolarmente alta, specialmente in un periodo di crisi dove le aziende locali trovano difficoltà addirittura per sopravvivere. Per quanto riguarda gli artigiani ed i commercianti,che nella zona di Massa di Faicchio e di Selva sono numerosi,  il proponendo, ha pensato di proporre l’aliquota dello 0,4 per cento al fronte dello 0,.76, variazioni, previste proprio  dal D.L. del 14 marzo 2011 n. 23.

Con un’aliquota sulla prima casa dello 0,2 per cento,continua il Consigliere, in aggiunta alle detrazioni che ricordiamo essere 200 euro di base più 50 euro ogni figlio minore di 26 anni dimorante nell’abitazione, si farà in modo che la maggior parte dei cittadini sarà esente dall’imposta e, per chi ha provveduto a pagare la prima rata entro il 18 giugno, qualora l’importo risultasse inferiore alle detrazioni, al conguaglio gli sarà rimborsata la quota. Insomma una linea politica volta a migliorare i servizi riducendo i costi e non tassando i cittadini in un periodo di grande difficoltà economica, questo è l’obiettivo che vuole raggiungere  Cocozza. Tuttavia, affinché l’atto propositivo possa trovare accoglimento, il Consigliere fa un appello a tutti i suoi colleghi di maggioranza sensibilizzandoli a votare a favore la proposta, lasciandosi alle spalle le vecchie aliquote che aveva intenzione di proporre il Sindaco Borrelli. Difatti  quest’ultimo, con giusta delibera del 04 aprile 2012 numero 5, aveva intenzione di introdurre lo 0,6 per cento come aliquota base, il 4 per cento sull’abitazione principale e lo 0,13 sui beni strumentali, delibera, già corredata dei pareri tecnici ma fortemente contestata dalla minoranza e non approvata in Consiglio Comunale.

In conclusione Cocozza annuncia battaglia al Sindaco se in tempi brevi non venissero sbloccati i fondi della Legge 219/81, cosiddetta Terremoto, perché in un periodo di crisi economica, sbloccare circa 400.000 euro giacenti in banca, ed oltre 400.00 di anticipazione di cassa, per un totale di oltre 800.000 mila euro, in una piccola comunità come quella di Faicchio, rappresenta un forte trampolino di lancio all’economia e alle imprese edili che a loro volta creano un indotto occupazionale e portano ricchezza al paese.

Allegato:Proposta di deliberazione IMU 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.