Telese: selezione dei Vigili Urbani estivi: la minoranza è “vigile”

0

Giuseppe Di Cerbo. La selezione per i vigili urbani estivi è l’ultimo, in ordine di tempo, degli argomenti sul quale si è soffermata l’attenzione del nostro gruppo consiliare. Dopo le indennità degli amministratori (!) e le spese per incarichi legali (!) che hanno avuto forte risonanza nel paese per l’attenzione verso gli sprechi ed i costi della politica, questa volta siamo “vigili” sul bando di selezione per vigili stagionali e la graduatoria che sarà formata per l’assunzione di quattro unità, con contratto per sei mesi e per tre ore al giorno.

Il punto è tutto qui: che cosa succede dopo i sei mesi, se ci dovesse essere ancora necessità di vigili urbani stagionali?

Il bando è chiaro: la selezione è per quattro persone, per cui lo scorrimento della graduatoria è previsto solo se uno dei primi quattro dovesse rinunziare oppure ove si dovesse avere necessità di più di quattro persone.

I giovani che si apprestano a fare la domanda per il concorso dei vigili stagionali meritano chiarezza sul fatto che lavoreranno e saranno assunti solo i primi quattro e lo scorrimento della graduatoria ci sarà solo in caso di rinunzia di uno dei vincitori o di maggiori esigenze intervenute. In questo ultimo caso, però, occorre precisare che ci sono dei vincoli di spesa da rispettare, ci vogliono i soldi e le risorse, per cui ritengo molto improbabile che –insieme ai primi quattro in graduatoria- possano lavorare altre persone.

I soldi, come è evidenziato negli atti amministrativi, ci sono solo per assumere 4 persone ed i limiti di bilancio e di spesa per le assunzioni sono ben noti a tutti e sono stati certificati nella determina nr. 10 del 17 aprile.

In proposito, va detto che l’amministrazione ha certificato che il nostro comune, dal punto di vista economico e finanziario, gode di buona salute, in ciò smentendo tutte le precedenti affermazioni sui debiti e sulla situazione economica.

L’amministrazione Carofano ha potuto assumere tre persone, fa lavorare gli LSU e spende ogni mese altri cinque/seimila euro per le ore eccedenti del prezioso e duro lavoro degli operai LSU; i soldi ci sono per far lavorare solo 4 vigili per tre ore al giorno e per sei mesi.

Il nostro gruppo vigilerà affinché la regolarità della selezione prevalga senza favoritismi e soprattutto impedendo che sul lavoro, in tempi di crisi, possano essere fatte speculazioni di alcun tipo.

Non vogliamo correre dietro alle voci di marciapiedi secondo cui lavorerebbero fino a dodici, quindici persone ma un po’ di sano controllo ed una alta attenzione faranno sicuramente bene e nessuno degli amministratori ce ne vorrà.

Noi siamo per la chiarezza e per non illudere le aspettative di tanti bravi giovani che si classificheranno dopo i primi quattro vincitori del concorso selezione, spiegando bene le regole della selezione.

Il nostro gruppo sarà attento su questo argomento ed anche sull’utilizzo delle risorse comunali, su come vengono stabilite le tasse a carico dei cittadini. L’appuntamento è per il 21 maggio al Consiglio Comunale da noi richiesto da oltre tre mesi e finalmente convocato per discutere la nostra proposta di riduzione dell’IMU sulla prima casa, sui terreni agricoli e sugli immobili di proprietà utilizzati direttamente dalle imprese e dai commercianti”.

Ma quest’ultimo punto sarà oggetto di un prossimo e specifico comunicato stampa.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.