Professore Monti, la odio cordialmente

0

Ezio Esposito. Io la odio perché è professore e doppiamente perché da quando è  salito in cattedra sta mostrando tutta l’arroganza del suo carattere dispotico trattando tutti coloro che alzano il ditino per suggerirle qualcosa come fossero mosche fastidiose. Vede, non azzardo a dire che lei, come i militari americani fa la pipì sui nemici uccisi, però per quelle persone che ha messo spalle a muro e si sono suicidate, e forse altre lo faranno, dovrebbe avere più rispetto e non considerare colpe  del governo precedente tutti i mali che gli italiani stanno vivendo come hanno sempre fatto i politicanti di professione. Forse Professore, da tutti osannato, appena giuntò al potere, come il salvatore della Patria, essendosi aggrovigliato su se stesso e non trovando la strada per uscirsene va cercando capri espiatori su cui gettare ogni nefandezza. Anche lei così?

Sa Professore, era il 1970 quando comprai un cofanetto contenente quattro volumi edito dagli Editori Riuniti. Era il Capitale di Karl Marx. Se ben ricordo, del secondo volume mi si fissò in mente una piccola frase: ‘è assurdo che il denaro produca altro denaro.’ più o meno così. A me, mediocre artigiano tipografo, lettore ma non studioso, parve di capire che il denaro buono, è quello sudato sangue, si crea con il lavoro; il lavoro dell’operaio, del contadino, dell’artigiano, del commerciante, dei piccoli, medi e grandi imprenditori che normalmente fanno crescere la Nazionee danno il benessere sufficiente agli individui di vivere in serenità.

E’ un fatto, egregio Professore,  che la crisi mondiale attuale, già iniziata diversi anni fa, ha trovato il suo sommo epilogo nel fallimento della Goldman Sachs, dove lei prestava la sua preziosa opera.

E’ di stamane la notizia che lei ha chiesto scusa a Berlusconi per averlo accusato di aver provocato il disastro attuale dell’economia italiana. “No chiedo scusa, Berlusconi ha fatto bene…” Siamo all’opera dei pupi, Professore!” Tuttavia queste sono bazzecole, di fronte a quanto da lei operato in favore delle Banche. Lei e la Sinistra avete fatto a gara nel favorire le banche. La BCE ha stampato centinaia di miliardi di euro per darli in pasto alle banche all’1%, in tal modo  le dette banche non hanno avuto più bisogno di fare raccolta di denaro BUONO, quello guadagnato con il lavoro per poi impiegarlo nelle Imprese. Con la carta straccia delle banconote le banche guadagnano prestando i soldi allo Stato al 4/5 %, perché in un momento così tragico dovrebbero rischiare soldi con scarsa sicurezza di rientro in cassa di interessi e capitale? e ritorniamo a Marx. Denaro che produce altro denaro, l’assurdo, mentre il lavoro manca, i disoccupati aumentano in maniera proporzionale alle imprese che chiudono i battenti, migliaia di imprese fallite e altre che falliscono giorno per giorno.

Sa nulla Professore di quanto sta accadendo a certi proprietari di case? C’è uno strano fenomeno: gente che vende o affitta sottocosto e se ne va all’estero per ricongiungersi ai parenti: in Brasile, in Argentina, in Australia. Io, Professore, ho le prove. Lei sa nulla di queste cose? Cittadini italiani che scappano per non tornare più, scappano con la morte nel cuore perché sono arrivati ad un punto di non ritorno: basta con politici parolai che non risolvono mai nulla ma che pensano soltanto alla loro poltrona, basta con il suo governo dei professori che non conoscono cos’è la vita reale, quella di tutti i giorni: faticosa e stressante. Ricorda Professore di un eccesso creato da una mente acuta: “in una economia mondiale così interconnessa basta il battito delle ali di una farfalla in Polinesia per provocare una catastrofe all’emisfero opposto”. Lei certamente sa, Professore, che c’è in giro per il mondo una quantità enorme di liquidità. Chi la possiede sta affannosamente comprando oro, perché quando il castello di carta crollerà non è dato sapere quanto varrà una oncia di questo metallo. Siamo sul filo del rasoio, Professore. Si guardi bene in giro. Io sono nessuno, lei è un grande uomo Professore. Prego Dio ché le mie farneticazioni siano il frutto di una mente offuscata dall’età.

e.e.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.