Telese Terme: i dati della raccolta differenziata

0

Antonio Giaquinto. (Addetto stampa del comune di Telese Terme) Comunicato stampa n.20/2012.  Rd al 71% nel periodo settembre-dicembre 2011 e al 65% nel primo trimestre 2012. Imminente avvio della raccolta domiciliare degli oli usati per utenze domestiche e commerciali. Chiusura del contenzioso sull’isola ecologica che sarà trasformata in ecostazione. Linee d’azione dell’Amministrazione nel settore rifiuti.

Con delibera G.C. n.40 del 24/04/2012 su proposta dell’Assessore all’Ambiente Gianluca Aceto si è avviata una campagna di sensibilizzazione sul corretto smaltimento differenziato dei rifiuti solidi urbani.

L’iniziativa varata dall’Amministrazione Comunale si è resa necessaria sulla base dell’analisi dei dati di raccolta differenziata al fine di ridurre al minimo i quantitativi di rifiuti smaltiti in maniera indifferenziata.

A decorrere dal mese di agosto 2011 il Comune di Telese Terme ha avviato il servizio di raccolta in maniera differenziata della “frazione organica” anche per le utenze domestiche e nel periodo agosto-dicembre 2011, è stata raggiunta la percentuale di raccolta differenziata pari al 71%.

Di conseguenza nell’anno 2011 il Comune di Telese Terme ha raccolto e smaltito una quantità di rifiuti differenziati pari al 50,48%, ma i dati pubblicati recentemente dall’Osservatorio Regionale Rifiuti sono parziali e in particolare sono in via di certificazione sia i dati relativi al multimateriale secco sia quelli relativi al recupero dei rifiuti da spazzamento stradale. Inoltre,  con riferimento a quest’ultima frazione, interamente mandata a recupero nel corso del 2011, per una percentuale sul totale dei rifiuti pari al 3,5%, va ricordato che solo la Regione Campania in Italia, non riconosce tale frazione se essa non è transitata per un’isola ecologica autorizzata. Sia il Comune che la Provincia di Benevento si sono attivati per il riconoscimento di tale percentuale da parte della regione Campania e, tuttavia, nell’ipotesi peggiore, il dato definitivo di RD per l’anno 2011 dovrebbe essere pari al 47%.

L’isola ecologica comunale non è stata mai attivata in quanto la revoca del finanziamento da parte della Regione Campania, intervenuta nel dicembre 2009, non ha consentito il completamento dell’iter autorizzativo e ha determinato un contenzioso da parte della ditta appaltatrice.

Da verifiche effettuate è emerso che nei mesi di gennaio-febbraio-marzo 2012 la percentuale di rifiuti raccolti in maniera differenziata è pari al 65% nell’accordo sui rifiuti speciali dalla Provincia di Benevento e dal Consorzio Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.

In questa fase l’Amministrazione Comunale è impegnata nella normalizzazione delle procedure necessarie per l’attivazione dell’isola ecologica attraverso le risorse previste.

Con la deliberazione in oggetto si è deciso di avviare una campagna di sensibilizzazione sul corretto smaltimento dei rifiuti solidi urbani e di dare mandato ai responsabili dell’Area Tecnica e dell’Area di Vigilanza, ognuno per la propria competenza, di attivarsi con specifiche azioni di monitoraggio e controllo sul territorio, al fine di raggiungere l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata, nonché di garantire le migliori condizioni di decoro delle strade e delle aree comunali.

“Stiamo cercando di adeguare – dichiara l’Assessore all’Ambiente Gianluca Aceto – il sistema agli standard quali-quantitativi previsti dalle norme statali e regionali. Proprio per questo avevamo appaltato il nuovo servizio integrato, ma la procedura è in via di revoca a causa di problemi formali riconducibili a una delle ditte che avevano risposto alla gara. In attesa del nuovo bando continuiamo a lavorare su alcuni punti. Attiveremo presto la raccolta degli oli usati e procederemo al recupero dei ruoli TARSU inevasi, onde scongiurare la necessità di aumentarne la percentuale”.

“Molto positiva – conclude l’Assessore Aceto – è anche la risoluzione dei pregressi problemi amministrativi legati alla cosiddetta isola ecologica, cosa che ci consentirà di usufruire, finalmente, di una ecostazione adeguata, funzionale e produttiva”.

Telese Terme 26/04/2012

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.