San Salvatore Telesino. Il sindaco ha un neo: ‘la trasparenza’ !

8

Giuseppe Creta – Consigliere comunale di minoranza . Il “trasparente” Sindaco Izzo ha un neo: la “trasparenza” ! Giorno dopo giorno il Sindaco Izzo dimostra di avere un neo, sempre più evidente: la “trasparenza”.

Il D.L.vo 267/2000, all’articolo 43, riguardante i Diritti del consigliere comunale, sancisce che “I consiglieri comunali e provinciali hanno diritto di ottenere dagli uffici, rispettivamente, del comune e della provincia, nonché dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all’espletamento del proprio mandato. Essi sono tenuti al segreto nei casi specificamente determinati dalla legge”.

Eppure a San Salvatore Telesino, il Segretario comunale, il Responsabile del servizio amministrativo/contabile, l’assessore dott. Raffaele  Pucino, delegato e responsabile di area tecnica all’ecologia e ambiente, ed il Sindaco Prof. Pasquale Izzo, responsabile del Bilancio del Comune, a distanza di due mesi, continuano ad ignorare i diritti di un consigliere comunale, che per legge ha il compito di verifica e controllo sugli atti amministrativi, tecnici e contabili dell’Ente e non solo.

I suddetti amministratori e responsabili di gestione del Comune di San Salvatore Telesino probabilmente continuano a confondere il richiamato ex art. 43 del D.L.vo 267/2000 con l’art. 22 e ss. della L. 241/1990, che viceversa prevede specifico onere dell’istante libero cittadino, non certo del consigliere comunale nell’esercizio delle sue funzioni, di dimostrare la sussistenza di un proprio interesse “diretto, concreto e attuale” nella richiesta di accesso agliatti amministrativi dell’ente.

Il consigliere di minoranza Giuseppe Creta, da due mesi, aspetta risposta alle sue precise e chiare richieste:

·       destinazione dell’economia di spesa dell’anno 2010 di €. 22.797,06 emersa a seguito l’interpellanza datata 21 novembre 2011 presentata dal consigliere di minoranza, che metteva in evidenza un macroscopico errore di imputazione di spesa in una determina di liquidazione di fatture per la raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, poi corretta il 29 dicembre dall’assessore firmatario, dott. Pucino, quale Responsabile di area tecnica-manutentiva;

·       trasmissione di documentazione inerente gli impegni e pagamenti annotati sul capitolo di spesa 1739 di Bilancio ad oggetto “Spese per il servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani” per gli anni 2009- 2010 e 2011, al fine di verificare la corretta spesa di tale servizio e l’effettiva corrispondenza (come previsto dalla legge dei costi sostenuti alla Tassa Rifiuti Solidi Urbani – TARSU) e, più in particolare, gli impegni e i pagamenti effettuati ed annotati per voce di ciascun costo di quelli previsti nel “piano di riorganizzazione del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti” di €. 140.186,00, approvato dalla Giunta comunale con delibera n. 120 del 3 agosto 2010;

·       trasmissione di documentazione inerente gli impegni ed i pagamenti effettuati ed annotati sul capitolo di spesa 2166 di Bilancio “Fondo per il salario accessorio”  per gli anni 2006 – 2007 – 2008 – 2009 – 2010 – 2011, stante, ad avviso del consigliere di minoranza, la palese discordanza tra i pagamentieffettuati e da effettuarsi, gli stanziamenti di bilancio e le risultanze dei rendiconti di riferimento, concausa dei disavanzi finanziari denunciati per l’anno 2009 e 2010.

Si vuole nascondere qualcosa o il Sindaco Izzo & Co. sono talmente impegnati nel curare l’iter delle copiose e corpose gare di appalto di affidamento dilavori pubblici e di vendita di beni patrimoniali comunali, da non aver un minuto libero per attendere a precisi doveri verso figure istituzionali previstedalla legge?

Staremo a vedere ed a trarre le dovute conseguenze qualora non giungeranno precise ed esaurienti risposte in tempi brevi ai quesiti posti.

San Salvatore Telesino, lì  3 marzo 2012

Giuseppe Creta – Consigliere comunale di minoranza

8 Commenti

  1. La sintesi e i commenti delle attività comunali e le accuse ivi contenute dimostrano realmente il grado di morbosità cui può giungere la mente umana quando la si abbandona lungo pericolosi itinerari.

    C’è tuttavia un elemento importante, che a mio avviso racchiude in sé tutta l’imperizia del ex Sindaco:NON RICORDA QUANDO ERA PRIMO CITTADINO !!!

    In tutto questo, una cosa è criticare solo e sempre tutto, altra è invece partecipare per un sistema diverso, che progressivamente diminuisce le dissennate gestioni precedenti e programma il futuro della nostra comunità.

    Fare solamente i saccenti non è utile alla nostra comunità, non è produttivo per il futuro dei nostri figli, non è vantaggioso al bene comune.

    Un ultimo consiglio : ogni tanto pensa a svagarvi un po’… a divertirti… come tutte le persone normali, finanche a immaginare che esistono persone perbene, come te, che perseguono i tuoi stessi obiettivi e non necessariamente, quando occupano ruoli pubblici, lo fanno per rovinarci il futuro e intascare prebende.

    Lo sai che ti vogliamo tutti bene a San Salvatore ma il tuo tempo è finito, goditi la pensione,non tirare fuori “…qualcosa o qualche spezzone di qualcosa per dire cose che poi non ci sono…cioè voglio dire…non è che si giudica l’attività di una amministrazione attraverso una cosa o qualcosa o qualcosa di qualcosa…” che che se ne dica !!! ”

    Stefano Avitabile
    segretario cittadino
    Popolari UDEUR

  2. Ringrazio il segretario cittadino del partito “Popolari UDEUR”, nonché portavoce del Sindaco Pasquale Izzo, per gli attestati di stima e per gli accorati consigli che ha voluto riservarmi, mirati più ad ostacolare o a fermare l’attività politica del sottoscritto definendola addirittura sequenza “di morbosità cui può giungere la mente umana quando la si abbandona lungo pericolosi itinerari” (quali e per chi?).
    Chiedere la trasparenza su atti e fatti politici, amministrativi e contabili dell’attuale maggioranza non significa affatto “fare solamente i saccenti perché non è utile alla nostra comunità, non è produttivo per il futuro dei nostri figli, non è vantaggioso al bene comune.”, anzi è l’esatto contrario! Una amministrazione, che ha tacciato le altre di mancanza di trasparenza e di imperizia, deve dimostrare di essere trasparente e di operare correttamente nel rispetto della legge e del proprio elettorato.
    Da persona normale, quale sono, mi svago e mi diverto come posso e per quanto posso. Da consigliere comunale di minoranza, come dovrebbe sapere il segretario cittadino del partito “Popolari UDEUR”, ho un impegno e un ruolo da assolvere: verificare e controllare l’attività politico amministrativa della maggioranza chiamata alla guida del paese. Questo è quello che, con cognizione di causa, ho fatto fino ad oggi e che continuerò a fare fino alla scadenza di questo mandato, nel pieno rispetto della volontà popolare.
    Le dissennate gestioni passate, a cui il segretario cittadino del partito “Popolari UDEUR” ha fatto riferimento, riguardano circa 60 anni di ininterrotta storia politica-amministrativa del nostro paese. Il sottoscritto e i suoi predecessori, votati liberamente dal popolo, orgogliosi di aver servito la collettività, rifarebbero lo stesso identico percorso, senza spostare una virgola, tracciato sempre ed esclusivamente nell’interesse della collettività. Checché ne dica o ne pensi il Segretario cittadino del partito “Popolari UDEUR”, nonché portavoce dell’attuale Sindaco Pasquale Izzo, che da vicesindaco per otto anni, volendo o nolendo, parlando o stando zitto, capendo o non capendo, è stato attore co-protagonista dell’”imperizia amministrativa” (a tuo dire!) delle due ultime consiliature a guida del sottoscritto. Questa è la realtà delle cose.

    Il segretario cittadino del partito “Popolar UDEUR”, suo malgrado, volendo o nolendo, dovrà sopportare il sottoscritto almeno altri due anni e mezzo, nella qualità di consigliere di minoranza con tutte le funzioni e le attribuzioni che la legge e il popolo gli riserva.

    Che il mio “tempo sia finito”, spetta prima di tutto a me deciderlo e poi, se del caso, al popolo sovrano, non certo al segretario cittadino del partito “Popolari UDEUR”, al quale consiglio di pensare più a lavorare per la crescita del suo partito, che commentare fatti e cose di cui ha poca cognizione, prodotte dall’amministrazione chissà se per il bene del paese e dei nostri figli.

    In ultimo, un consiglio all’amico, che ho scoperto anche dottore (cfr. articoli nomina segretario Popolari-UDEUR) e per questo gli formulo i migliori auguri: se ama tanto rievocare citazioni del passato che lo divertono tanto, non dimentichi che … “ci mancavano anche inutili cortigiani e scialbi pennivendoli, malati di strane nostalgie e per giunta abituati ad esprimersi con bagagli lessicali limitati e scontati”… e … “di uno sconosciuto che vende qualunquismo ed ovvietà negli anfratti e che ci informava quotidianamente (con timbro vocale non certo suadente), fino a qualche anno fa, del numero delle uova che nei dì di festa si trovavano nei nidi dei tordi.” (cfr. articolo Vivitelese 09/03/06).

    Ad maiora!

    Giuseppe Creta – consigliere comunale di minoranza

  3. Carissimo Peppino,
    ti rispondo da amico e da tuo ex sostenitore e grande elettore…

    Non sono dottore, ma conosco diversi psichiatri.

    Non avo rievocare citazioni del passato…
    il mio virgolettato si riferisce a una tua “esilerante” pubblica intervista ( http://www.youtube.com/watch?v=DyltJqxkZzw ) del 2006 quando il sottoscritto, sempre tesserato con i POPOLARI-UDEUR ti stava vicino, ti sosteneva e ti faceva votare…

    La tua citazione finale si riferisce ad un personale giudizio .. CHE SMEMORATO !!!
    Il singolo cittadino contrastava la mia attività svolta in tua “difesa” …peccato che hai dei vuoti di memoria !!!

    Dimentichi anche che il sottoscritto è iscritto all’ ODG regolarmente, svolgendo i classici due anni di praticantato e versando regolarmente i contribuiti è stato accolto nell’albo…
    Dobbiamo tirar fuori cose personali ??? Meglio di NO

    Grande Peppino !!!

    il mio consiglio di stare “a riposo” è per il bene della tua salute, ti ho visto ultimamente nei consigli comunali e se oltre a dimenticare le nostre “cose” ripeti sempre gli stessi argomenti da due anni e mezzo, credo, per il tuo bene, necessiti immediatamente di riposo e anche assoluto.

    Caro Peppino, noi tutti a sansalvatore ti vogliamo molto bene e ci teniamo alla tua salute e alla tua incolumità, hai lavorato tanto alla Provincia, sul Comune, al Consorzio Rifiuti, alla Camera dei Deputati… vogliamo che ti godi una serena vecchiaia e lasci un bel ricordo a tutti i cittadini…sei stato apprezzato negli anni per la tua onestà e per la tua dedizione alla cosa pubblica…

    Un abbraccio forte, sincero, sempre disponibile e senza rancori.

    tuo amico, ex grande elettore

    In fede
    Stefano Avitabile

  4. Caro Stefano,

    ti auguro di fare la mia stessa carriera politica e semmai decidessi di candidarti probabilmente sarò un tuo accanito sostenitore.

    Non ti auguro, però, come è successo a me, di rimanere senza stipendio per diversi anni.
    Hai tralasciato di evidenziare questo particolare quando ti sei preoccupato di ricordare il mio lavoro alla Provincia (funzionario Responsabile del servizio finanziario del Dipartimento di Ragioneria, ruolo che sono stato costretto ad abbandonare dopo l’elezione a consigliere provinciale), ed i miei impegni politici come Sindaco e come quelli “a tempo determinato” alla Camera di Deputati per un breve periodo, al Consorzio Rifiuti per altro breve periodo, e qualche volta, di passaggio e in visita ad amici, alla Presidenza del Consiglio Regionale. In tutti questi luoghi, come tu ben sai, ho trovato tanti amici di ieri e di oggi appartenenti al nostro e al tuo partito nelle cui sedi ancora oggi frequentemente ne puoi incontrare qualcuno per il nuovo e importante ruolo politico affidatoti. Questi potranno illuminarti sui “tempi”, sulla normativa e…sui “lauti” compensi, che, almeno per me, complessivamente non ammontavano nemmeno alla metà degli stipendi da me non percepiti per cinque lunghi anni quale dipendente della Provincia, pagandone anche tasse e contributi. Anni passati ad onorare in seno al Consiglio Provinciale il responso delle urne e gli impegni assunti con gli elettori condivisi col partito di appartenenza fino a quando una diversità di valutazione e di voto su fatti riguardanti il nostro territorio, che tu su questo sito avevi pubblicamente dimostrato di aver favorevolmente approfondito, separò il nostro cammino.

    Io che tanto smemorato non sono, mi sarei aspettato dal mio “grande elettore”, cronista di fama, che oltre a ripetere periodicamente da circa un decennio ”frammenti” di intervista non sua di inizio 2003 e non del 2006, come da lui indicato dimostrando di avere lui, più che altri, “corta memoria”, avesse ricordato i suoi articoli augurali a nomine a componenti in organismi nazionali e assessoriali in comunità montane (gratis????) di nostri consiglieri comunali di minoranza dell’epoca, oggi ai vertici del nostro Comune.

    Circa i tempi, i gradi e quant’altro della mia carica ricoperta nel CDA del Consorzio dei Rifiuti, caro Stefano, da te sbandierata su più fronti, ti invito ad informarti al più presto. In proposito ti consiglio di farti illuminare dall’ex Presidente di detto Consorzio di Comuni, che è l’attuale Sindaco del Comune ospitante la sede consortile, persona degna e di tutto rispetto, che con onore è nel tuo stesso partito da decenni.

    Quello che ulteriormente non capisco sono i tuoi ripetuti riferimenti alla mia “incolumità”, e non solo.
    Per le tue ipotesi di finanziamenti ricevuti da partiti (il vero cronista avrebbe citato importi e politici o impiegati dei partiti eroganti, dopo aver acquisito validi elementi dimostrativi a supporto), per gli avvertimenti sull’”incolumità” della persona e per le tante altre affermazioni di cui ti fai autore nei commenti e in diverse sedi, sii cosciente che il diretto interessato può sempre scegliere di agire nelle sedi competenti per la tutela della propria persona, della propria dignità ed oggi, per tuo consiglio, anche della propria “incolumità”.

    I dottori non sono solo medici e psichiatri che tu affermi di conoscere tanto bene.
    Sullo stato di salute mi consiglia il medico curante, sulle scelte il mio libero arbitrio.

    Nelle mie parole non c’è né astio né rancore.
    Il rappresentante di un partito che ha origini nel pensiero di De Gasperi e Don Sturzo non dovrebbe usare frasi meschine ed ironiche né affidarsi a inesistenti calunnie per mettersi in mostra.

    Non è questo il modo ed il metodo di fare politica.

    Ad ogni buon conto ho dedicato già troppo del mio prezioso tempo a discutere con te.

    Un ultimo consiglio: impegna il tempo a fare vera politica ed a far crescere il tuo partito, nel rispetto degli altri e confrontandoti sui problemi del paese, sulla cui risoluzione l’amministrazione da te sorretta aveva tanto promesso senza ancora riuscirci. Infine preoccupati di far pubblicare la ormai famosa lettera anonima che il Sindaco Prof. Pasquale Izzo ha portato ai Carabinieri, se veramente vuoi trasparenza e legalità sul nostro territorio.

    Peppino Creta

    P.S.: il singolo cittadino faceva commenti sui tuoi testi “con bagagli lessicali limitati e scontati”.

  5. Peppino Peppino figlio dell’amore in quale vicolo o strada batterà il tuo cuore…

    Antonello Venditti canta soavemente in un sua famosa canzone e la riprendo volentieri… per ripetere ancora una volta che non ho necessità di fare carriera politica ma sopratutto non la voglio fare come la tua !!!

    Non ti preoccupare per me e per il mio stipendio.

    Mi sembra così “ridicola” la tua giustificazione in merito alla scelta di un posto da Consigliere Provinciale che si commenta da sola…

    Sei grande Peppino !!!

    Tralascio i giudizi e i commenti che “ascolto” nelle “nostre” sedi e da “amici” comuni…
    Il cabaret ZELIG è un documentario rispetto a ciò che mi raccontano !!!

    Certo… San Salvatore Telesino, con te Consigliere Provinciale, ha ricevuto tanti benefici che tutta la comunità ricorderà per sempre : progetti, finanziamenti, strade, iniziative, lavoro, visibilità ect ect…
    di fatto ero io che chiedevo e cercavo sempre di essere inserito nelle varie COMMISSIONI.

    Grazie per il cronista di fama ( ti farò un autografo appena ci incontriamo…) e a differenza di qualche innocente ragazza io sono “iscritto” regolarmente all’ ODG : senza forzature, con titoli, regolari versamenti e faticoso praticantato…

    Peppino Peppino figlio dell’amore…

    I mei articoli, i miei servizi televisivi, le mie cronache sono state sempre GRATUITE o meglio NON RETRIBUITE.
    Fare il “cronista” nella nostra Provincia significa fare il missionario, certo che lo sai…difatti tua figlia lavora a ROMA non a Benevento o a San Salvatore…

    L’intevista ( http://youtu.be/DyltJqxkZzwche ) – non è un merito si intende- dal secondo 49 al secondo 53 si intravede il mio profilo di “cronista” e come ben sai ho litigato non poco (difatti non collaboro più) per non far andare in onda quella intervista… che memoria corta che hai !!!

    L’ultimo sultano dell’ Impero Ottomano è stato deposto dal popolo nel 1923 facendo nascere la Repubblica Turca rinfrancando la cultura e la civiltà di popolo : SAN SALVATORE TELESINO NON VUOLE RITORNARE INDIETRO !!!

    Le tue continue minaccie sull’agire per le opportune sedi giudiziarie sono di basso profilo; quante volte verbalmente ti ho detto di farlo !!! Così ti renderai conto chi vuole il tuo bene ( quindi la tua “incolumità” ) o chi il tuo male !!!
    Ti ho visto e ascoltato in diversi Consigli Comunali urlare, sbraitare e agitarti pericolosamente… mi preoccupavo solo della tua salute e quindi della tua “incolumità”…
    Ad ogni periodo di attività deve seguirne uno di riposo.
    Non discutere più con me, sei in pensione riposati, riceverai sicuramente tanto giovamento !!!

    Provvederanno le forze dell’ordine a fare chiarezza sulla “lettera anonima” che vai “sbandierando” per le strade del paese…
    Le indagini degli inquirenti sono la garanzia della “trasparenza” e “onesta” di questa maggioranza.
    Il Sindaco IZZO è il sigillo di garanzia della “legalità” di questa Amministrazione. Che che se ne dica !!!

    p.s. : i miei bagagli lessicali sono limitati e scontati ma almeno in pubblico parlo in “italiano” senza leggere testi “preconfezionati”.

    Ti voglio bene !!!

    Stefano Avitabile

    • Stefano,

      ti stai affannando troppo. Cerca di riguardati, anch’io al pari tengo alla tua salute e alla tua incolumità.
      La politica va al di là delle famiglie, mie e tue.
      Effettivamente non puoi fare la stessa carriera politica che ho fatto io!
      Comunque cerca di stare più vicino al Sindaco Izzo, al quale tanto devi…
      Chiedigli di leggerti quella famosa lettera anonima indirizzata agli organi competenti e consegnata, a suo dire, alla locale Caserma con un nota di accompagno.
      A riguardo anche le persone richiamate ai margine di quella lettera, hanno provveduto a recarsi in Caserma dichiarando di non avere niente a che fare con la stessa, ma nel contempo hanno chiesto di far luce su fatti e argomenti. Alcuni particolari dei quali sono stati posti in atto proprio dal Sindaco.
      Nessuno mette in dubbio l’onestà intellettuale del Sindaco Izzo, comunque, per la trasparenza a cui sei avvezzo parlando di altri, chiedi al Sindaco la copia di quella lettera e poi a sua difesa fa un bell’articolo riportandola pari pari e smettendo punto per punto il contenuto della stessa.

      Ah! Invita il Sindaco Izzo, onesto e trasparente qual è a trasmettere i documenti e i dati chiesti in modo da non abusare troppo del suo “potere”.

      Con aumentata stima

      Giuseppe Creta

  6. Viva l’Italia, l’Italia liberata,
    l’Italia del valzer, l’Italia del caffè.
    L’Italia derubata e colpita al cuore,
    viva l’Italia, l’Italia che non muore.
    Viva l’Italia, presa a tradimento,
    l’Italia assassinata dai giornali e dal cemento,
    l’Italia con gli occhi asciutti nella notte scura,
    viva l’Italia, l’Italia che non ha paura.
    Viva l’Italia, l’Italia che è in mezzo al mare,
    l’Italia dimenticata e l’Italia da dimenticare,
    l’Italia metà giardino e metà galera,
    viva l’Italia, l’Italia tutta intera.
    Viva l’Italia, l’Italia che lavora,
    l’Italia che si dispera, l’Italia che si innamora,
    l’Italia metà dovere e metà fortuna,
    viva l’Italia, l’Italia sulla luna.
    Viva l’Italia, l’Italia del 12 dicembre,
    l’Italia con le bandiere, l’Italia nuda come sempre,
    l’Italia con gli occhi aperti nella notte triste,
    viva l’Italia, l’Italia che resiste.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.